Guida brandford Magazine [2/3] file index.php

Eccoci è arrivato il momento di sfoderare la seconda guida di brandford Magazine, visto che la prima parte credo e spero sia stata d’aiuto per parecchi blogger.

In questa guida voglio trattare il file index.php, cioe’ il corpo principale della home page, vedremo come posizionare gli articoli, dove posizionarli e quanti articoli visializzare nelle 2 colonne.

Passiamo alla parte pratica che sicuramente è la parte che vi interessa un po’ di piu’ 🙂 .

Ci occupiamo in primis della colonna di sinistra che nel file viene chiamata “leftcol“:

ora passiamo ad esaminare un po’ di codice, prendo il codice dal mio template, qualcosa può differire dal template originale.

<div id=”leftcol”>
<?php
// “Featured articles” module begins
query_posts(‘showposts=11&cat=4, 12’); ?>
<!–<h3>
……….
</div>
<!–END LEFTCOL–>

Come noterete dal codice la parte del codice che interessa a noi è quella compresa tra <div id=”leftcol”> che indica l’inizio della colonna di sinistra e </div><!–END LEFTCOL–> che indica la fine, per un uso di base del template non bisogna sapere(se si approfondisce è meglio) tutte le funzioni precedentemente elencate cosa fanno ma basta sapere solo alcune che io ora cercherò di spiegare.

Partiamo da questa domanda: come faccio a visualizzare una categoria piuttosto che un’altra? beh la funzione da modificare è sempre la stessa che ho spiegato nella prima parte della guida.

La funzione da modificare è certamente:

query_posts(‘showposts=11&cat=4, 12’); ?>

dove showposts indica quanti articoli dovranno essere visualizzati nella colonna di sinistra, nel mio caso 11; Cat indica quali categorie devono essere visualizzate, come sempre per capire quale numero è associato alla categoria basta che vi posizionate col mouse sul link della categoria e leggete il numerino che appare dopo “cat=”, possono essere visualizzate piu’ categorie infatti basta aggiungere più categorie separate da una virgola.

Ora passiamo all’inserimento dell’immagine, un pò macchinoso ma di notevole effetto. Prima di tutto bisogna caricare l’immagine sul server tramite client ftp nella cartella wp-content/uploads, fatto ciò ci rechiamo n’elleditor dell’articolo, scendiamo giù fino ad arrivare alla voce Campi Personalizzati, in valore inseriamo featuredarticleimage e come valore gli diamo in nome dell’immagine precedentemente caricata in uploads(solo il nome senza percorso).

Per quanto riguarda la colonna di destra il procedimento è uguale, differisce dal fatto che la colonna si chiamera’ rigthcol 🙂 , le funzioni sono uguali.

Credo di avere detto quasi tutto per una configurazione base del template, in caso ci sono errori/orrori sono aperti i commenti.

Rimanete sintonizzati a breve la terza ed ultima guida.

Alla prossima.

Continua...

Guida Brandford Magazine [1° parte], file “ui.tabs.php”

Oggi guardando le statistiche del mio blog ho notato che parecchi blogger sono alla ricerca di una guida per la configurazione di questo fantastico template “Brandford Magazine”, sono circa due mesi che ci smanetto e credo che qualcosa mi sia entrata in testa :), ok allora passiamo alla configurazione, ho voluto dividere questa guida in 3 parti in modo da non sovraffollare le idee, oggi tratterò la configurazione del file “ui.tabs.php” (lead article).

ui.tabs.php

Questo file si occupa della gestione dei tab presenti in alto cioe’ questi:

Ora come prima cosa vediamo come è strutturato il codice da modificare per personalizzare al meglio immagini testo e il resto.

Andiamo in amministrazione—>design—>editor—temi dunque aprire il file ui.tabs.php che si trova in fondo a tutti.

Vi riporto solo una voce, le altre sono simili:

<li><a class=”ui-tabs” href=”#fragment-1″>In Rilievo</a></li>

Questo è il titolo del primo tab, vediamo “href=”#fragment-1” è un riferimento a come si dovra’ comportate quel tab, si trova sempre nello stesso file. (sul mio blog questo tab è “in rilievo”)

<div id=”fragment-1″>
<ul id=”leadarticle”>

<?php
// Lead Story module begins
query_posts(‘showposts=1&cat=12’); //selects 1 article of the category with ID 1 ?>
<?php while (have_posts()) : the_post(); ?>

Ora vi chiederete bene ma io come faccio a visualizzare una categoria piuttosto che un’altra nel tab leadarticle (In rilievo nel mio caso)? In wordpress tutte le categorie vengono associate a un numero, la funzione da modificare è certamente:

query_posts(‘showposts=1&cat=12’);

ora scannerizziamola megio, showposts=1 indica quanti post vogliamo visualizzare all’interno di quel tab (vi consiglio di lasciare sempre 1), cat=12 indica quale categoria deve essere visualizzata all’interno di quel tab, ora come facciamo a capire quale id viene associato a una determinata categoria? Io utilizzo un metodo probabilmente molto spartano, infatti mi posiziono sul link della categoria con il mouse e leggo il numerino che si trova subito dopo cat=, ci saranno sicuramente altri metodi ma per adesso mi trovo bene con questo. Se vogliamo visualizzare piu’ categorie all’interno del tab basta aggiungere il numero delle categorie separati dalla virgola in questo modo

cat=12, 1, 34, 56…

Bene, ora passiamo all’inserimento dell’immagine nel tab lead article, è una procedura un po’ macchinosa, ma col passare del tempo ci si abitua.

Prima cosa da fare è caricare l’immagine tramite client ftp sul server, occhio all’immagine non deve essere troppo grande altrimenti viene visualizzata solo lei e niente articolo, io utilizzo sempre 300×250, l’immagine và caricata nella cartella uploads che si trova in /wp-content/uploads/, una volta caricata si ritorna nella pagina dell’editor degli articoli e in basso si trova Campi personalizzati

Come prima cosa si deve aggiungere in Chiave la voce “leadimage” e in valore il nome dell’immagine caricata precedentemente in uploads.

Ok credo di essere stato chiaro in caso contrario sono aperti i commenti per qualsiasi critica, correzione o consiglio.

A breve la 2° guida sulla configurazione del corpo principale del template, rimanete sintonizzati.

A presto.

Continua...

Il Codacons contro “Grand Theft Auto IV”

Istigazione a delinquere! Questo il reato che il Codacons addice a GTA IV.

Presentando a 104 Procure della Repubblica un esposto e chiedendo di aprire un’indagine,

il Codacons ha richiesto alla magistratura di “valutare la necessità di sequestrare il videogioco inItalia, a tutela della salute mentale dei minori”. Il messaggio diseducativo, creando effetti nella psiche dei giocatori, potrebbe indurli a delinquere nel quotidiano. Nonostante i produttori del gioco, ben consapevoli di tali rischi, abbiano opposto il marchio PEGI, che sconsiglia la vendita ai minori di 18 anni,il 78% dei “consumatori” di GTA IV è rappresentato proprio da questi ultimi come rilevato dalle più importanti riviste specializzate nel settore dei videogames. Secondo il Codacons sono proprio i minorenni ad essere maggiormente influenzabili dai messaggi contenuti:

“Questo videogioco consente ai giocatori di calarsi in un personaggio che deve sviluppare una carriera nel mondo criminale di una città, Liberty City, che riproduce fedelmente New York . Già solamente l’oggetto della missione principale del gioco, quello di diventare un capoclan mafioso, potrebbe suscitare qualche perplessità, ma ciò che lascia veramente strabiliati sono i metodi che i programmatori hanno messo a disposizione dei giocatori per raggiungere lo scopo prefissato”.

Nello specifico, i legali del Codacons si sono scagliati contro le funzionalità del gioco e le azioni che l’alter ego virtuale può compiere durante la sua sanguinosa scalata al potere. “Utilizzando il videogame, ci si rende immediatamente conto che lo stesso altro non è che un susseguirsi di atrocità e di scene scioccanti, con il rischio di creare un pericoloso indotto psicologico in coloro che giocano – scirve l’associazione -. Si assiste a stupri, omicidi, pestaggi, prostituzione, ecc., il tutto senza soluzione di continuità”.

Continua...

Arriva JumPC: il notebook per i giovanissimi

L’Olidata si riaffaccia sul mercato lanciando il JumPc, portatile con display da 7 pollici e peso di circa 1,4 Kg. Sviluppato per essere uno strumento educativo per i bambini dai 6 ai 10 anni, non manca di tutte le funzionalità adatte anche ad un target più adulto: connessione ad internet senza fili, lettore e masterizzatore DVD, tastiera idrorepellente, webcam integrata e card reader per leggere le varie memorie come quelle dei cellulari e macchine fotografiche. Inoltre grazie a numerosi programmi pre-installati i bambini potranno imparare divertendosi.

L’applicativo Magic Desktop include numerosi software:

Easywrite per la videoscrittura, Magic Mail per comunicare in modo sicuro con gli amici,

Easy Paint per colorare, disegnare e magari modificare immagini, Easy Learning per esercitarsi con la matematica e l’ortografia. Magic Desktop integra anche un pannello di controllo per i genitori (Parental Control) con il quale sarà possibile definire tempi e modi di utilizzo del notebook e tenere sotto controllo l’accesso ai giochi o alla navigazione Internet. Creare quindi anche una lista dei siti sicuri e non.

Il JumPC è stato studiato per avere un’ottima resistenza strutturale, Olidata lo ha dotato di un hard disk molto più resistente agli urti rispetto ai tradizionali. Per renderlo ancora più vicino alle esigenze dei bambini saranno disponibili numerose cover per personalizzare l’estetica del portatile.

Le caratteristiche tecniche

  • Dimensioni: 241,3 x 256 x 41,9 mm
  • Peso: 1,4 Kg
  • Processore Intel Celeron M ULV 900 MHz
  • Memoria: 512 MB DDR2
  • Grafica: Intel Graphics Media Accelerator (GMA) 900
  • Batteria Li-ion a 4 celle 4400mAH
  • Webcam integrata
  • Card reader
  • Display 7 pollici
  • Microsoft Windows XP Home
  • Disco SSD da 2 GB
  • 2 Speaker stereo
  • Microfono integrato

Gli accessori

  • Lettore e masterizzatore DVD
  • Il mouse ergonomico
  • Magic Keys, chiavi USB da collezionare contenenti esercizi, programmi e giochi educativi
  • Cover colorate per rinnovare e personalizzare il proprio JumPC.

Il prezzo si aggira sui 300 euro iva inclusa ed è già disponibile presso i rivenditori specializzati.

Continua...

Google Health vi fa la diagnosi sul web


Google ne inventa proprio tante: è arrivato il momento di Google Health!
Un servizio, lanciato per ora solo per i pazienti Usa, che permette a tutti di archiviare e mettere a disposizione la propria cartella clinica sul web. Di creare quindi una sorta di storia medica che raccolga tutte le informazioni sul proprio stato di salute e di comunicare questi dati a specialisti o alla farmacia di fiducia. Inoltre funziona da memorandum che ricorda agli utenti quando prendere i farmaci e se ci sono interazioni con altri medicinali. Con pochi click, quindi, si possono evitare lunghe attese, prendere appuntamenti, farsi fare ricette, ricevere la diagnosi ondine e creare una lista di e-mail dei medici preferiti.

La versione beta è stata lanciata da Google negli Usa e all’iniziativa hanno già aderito molti importanti gruppi come Walgreen, Longs Drugs Stores, CVS Caremark Group, AllScripts, Quest Diagnostics e Cleveland Clinic, per cui i dati clinici online serviranno ad “alleggerire la burocrazia ospedaliera, velocizzando le procedure e snellendo le operazioni sanitarie”.

Anche se la Mountain View ha assicurato che la tutela delle informazioni è garantita rimangono però delle perplessità sulla questione privacy. Staremo a vedere come la vicenda si evolverà.
E voi cosa ne pensate?

Continua...

Samsung annuncia nuovi schermi Amoled

Samsung ha mostrato oggi in anteprima un computer portatile (prototipo) che integra alcune soluzioni che potrebbero essere adottate nei portatili futuri. Profilo estremamente sottile, tastiera sensibile al tocco e soprattutto un innovativo schermo da 12 pollici con tecnologia AMOLED. La sigla deriva dalle parole inglesi Active Matrix Organic Light-Emitting Diode, in pratica una evoluzione degli schermi ad alta qualità fino a oggi visti in alcuni cellulari e nelle macchine fotografiche digitali. La tecnologia Oled offre prestazioni di visualizzazione eccellenti e consumi energetici ridotti, purtroppo il costo di produzione cresce esponenzialmente rispetto alle dimensioni dello schermo: per questa ragione fino a oggi gli schermi Oled sono stati integrati solo in dispositivi di piccole dimensioni.

La nuova tecnologia sviluppata da Samsung offre rapporti di contrasto 20 volte superiori rispetto ai tradizionali LCD, inoltre non necessità di retroilluminazione. Gli innovativi schermi AMOLED possono essere costruiti con un nuovo processo di fabbricazione che riduce sensibilmente i costi rispetto alla tecnologia OLED. Dalla foto è possibile ammirare il profilo ultrasottile del prototipo mostrato da Samsung: la tastiera sensibile al tocco, lo schermo ultrasottile perché privo di retroilluminazione e infine le scelte stilistiche appaiono interessanti. Al momento però non si sà se Samsung adotterà queste caratteristiche per un portatile da commercializzare o se invece il prototipo mira esclusivamente a proporre nuove soluzioni e indirizzi per altri costruttori che adotteranno queste tecnologie.

Continua...

Lo spider Yahoo! Slurp

Yahoo! È il secondo motore di ricerca per popolarità; in quanto tale vanta un traffico considerevole e può essere considerato una valida alternativa a Google. Yahoo! conta più di 2.76 miliardi pagine viste al giorno da milioni di visitatori unici. Inoltre sono più 157 milioni gli utenti registrati che usufruiscono dei servizi di e-mail ed e-commerce e che partecipano ai vari gruppi di discussione. Negli ultimi due anni Yahoo, Google e MSN si sono scontrati in un’aspra battaglia per la supremazia tra i motori di ricerca portando tutti e tre i contendenti ad una notevole evoluzione. Lo strumento usato da Yahoo in questa lotta è il suo bot, Yahoo! Slurp.

Continua...

Connessione ad Internet bloccata per P2P

Tutti tranquilli che la legge in Francia proposta dal Governo francese Nicolas Sarkozy di bloccare e togliere il collegamento ad Internet dopo che un utente è stato trovato tre volte a scaricare materiale illegale e protetto dal diritto d’autore su circuiti P2P, non sarebbe mai passata grazie al fatto che la stessa Unione Europea, dopo un emenadamento di due esponenti italiani del partito radicale, aveva dato parere contrario solo una settimana fa.

Continua...

Pubblicità su Elettroaffari

Elettroaffari è un blog che tratta principalmente argomenti legati all’informatica e a internet in particolare, ponendo maggiore attenzione ai servizi online offerti dai vari siti.

In meno di due anni, Elettroaffari ha visto un’ottima crescita a livello di accessi unici giornalieri e pagine viste, questo grazie ai contenuti freshi e di ottima qualità aggiunti al database in modo periodico.

Elettroaffari è gestito principalmente dai due fondatore, che vista la crescita del blog, hanno deciso di farsi aiutare da altri due collaboratori, in modo da garantire all’utenza notizie e recensioni curate miticolosamente.

Profilo degli utenti

Secondo alcune statistiche stilate da noti portali, gli utenti presenti su Elettroaffari sono principalmente maschi con un’età che varia dai 18 ai 45 anni con un livello di istruzione pari a scuole secondarie e università.

Spazi disponibili su Elettroaffari

Gli spazi acquistabili sono quelli in figura, 468 x 60 nell’header, 125 x 125 nella sidebar (square button) in primo scroll e 120 x 600 sempre nella sidebar. Gli spazi messi a diosposizione sono visibili in tutte le pagine del sito.

Vi è la possibilità di acquistare, nella sidebar 125 x 125, uno o più spazi in modo da creare un impatto visivo maggiore collegando 2 o più banner. Inoltre vi è la possibilità di eliminare gli square button e inserire un banner delle dimensioni di 300 x 250 pixel.

Gli spazi non possono essere acquistati per una durata inferiore a 30 giorni (un mese). Se si ha la necessità di acquistare più di un banner o di una durata maggiore di un mese, sono previsti forti sconti.

Per conoscere i prezzi o per avere maggiori delucidazioni a riguardo può utilizzare il modulo di contatti seguente.

[contact-form 1 “Modulo di contatto 1”]

Continua...

Note Legali

note-legali

Contenuti

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

I contenuti offerti dal blog Elettroaffari.it sono gratuiti, redatti con la massima cura, e sottoposti ad un accurato controllo da parte della redazione.  Elettroaffari.it, tuttavia, declina ogni responsabilità, diretta e indiretta, nei confronti degli utenti e in generale di qualsiasi terzo, per eventuali ritardi, imprecisioni, errori, omissioni, danni (diretti, indiretti, conseguenti, punibili e sanzionabili) derivanti dai suddetti contenuti.

Le recensioni dei prodotti pubblicate su Elettroaffari.it sono realizzate dalla redazione con spirito critico e imparziale, libero da ogni vincolo commerciale con eventuali aziende partner collaboratrici. La promozione pubblicitaria di un prodotto sulle pagine di Elettroaffari.it è scollegata dal contenuto della recensione del prodotto.

Commenti

La redazione di Elettroaffari.it si  riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a nostro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, inutili,  provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria e razzista.
Inoltre, Elettroaffari non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: gli autori del commento, quindi, si assumono la totale responsabilità.

Elettroaffari si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, quali

  • data
  • ora
  • indirizzo IP

del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.

Licenza

Dove non specificato, i contenuti pubblicati in questo blog vengono rilasciati sotto Licenza Creative Commons 2.5 , pertanto tutti testi e le immagini,  sono ripubblicabili e ridistribuibili nei termini della licenza indicata, purchè venga citata la fonte.

Testi, foto, grafica, materiali audio e video inseriti dalla redazione nel proprio portale, di proprietà degli utenti e di terzi in genere, coperti da copyright appartengono ai legittimi proprietari. La redazione assicura di aver posto la massima attenzione nell’accreditare i diritti degli autori del materiale usato sul blog e si dichiara disponibile a gestire i materiali non accreditati.

Tutti i marchi e i loghi presenti nel sito appartengono ai legittimi proprietari. Nel caso avessimo inavvertitamente violato qualche copyright per immagini, link o altro è possibile contattarci attraverso questa pagina.

Continua...