Programma per ridimensionare le immagini e le foto velocemente

Anche voi come me collezionate sul vostro pc numerose cartelle stracolme di foto ed immagini varie? Ed anche a voi è capitato di doverle ridimensionare velocemente per gli usi più svariati? Magari voi come me possedete già qualche programma per cambiare la dimensione delle vostre immagini ma presumo che si tratta di software non proprio adatti allo scopo e quindi non molto pratici da usare sopratutto se vi tocca ridimensionare più di una foto contemporaneamente. Ieri cercando sul Web ho trovato quello che fa per voi (e per me naturalmente!).

Si tratta di un programma completamente gratuito e molto facile da usare. Vediamo dove scaricarlo e come utilizzarlo.

Eccovi il link per il download del software in questione:

PIXresizer Download: programma gratis per ridimensionare le immagini e le foto

Una volta scaricato, installate PIXresizer lanciando il “setup.exe”. Questa è la schermata iniziale:

Appena lanciato PIXresizer ci ritroveremo nella prima scheda del programma nella quale potrete ridimensionare una sola immagine o una sola foto. Infatti come potete notare dalla mia sottolineatura in rosso vi trovate nella scheda dal nome “Work with one file” (lavora con un file). Pertanto se avete bisogno di ridimensionare un solo file usate questa scheda. Seguendo il numero delle frecce vi spiegherò man mano come procedere:

Freccia numero 1: in questo riquadro dovrete selezionare la vostra immagine da ridimensionare cliccando sul pulsante “Load Picture“.

Freccia numero 2: nel secondo riquadro dovrete scegliere in quali dimensioni trasformare la vostra immagine o la vostra foto. Potete scegliere una dimensione standard selezionando una delle percentuali nella lista, oppure una dimensione a vostro piacimento inserendo le cifre in pixel nel riquadro “Custom Size“.

Freccia numero 3: qui selezionerete il formato in cui volete venga trasformata la vostra immagine. Potete scegliere tra formato BMP, GIF, JPEG, PNG e TIFF, oppure se usare il formato iniziale dell’immagine selezionando “Same as original“. Se si tratta di fotografie vi consiglio di selezionare il formato JPEG.

Freccia numero 4: in questo riquadro ci sono le informazioni dell’immagine originale. Utile se volete rendervi conto quale sia il formato e la dimensione iniziale dell’immagine che state andando a ridimensionare.

Freccia numero 5: ultimo passo, cliccate su “Save picture” per ridimensionare l’immagine con i parametri scelti.

Se invece dovete ridimensionare un intero gruppo di immagini o foto, dovete portarvi sulla seconda scheda di PIXresizer. Vediamo l’immagine e, come prima, seguite la numerazione delle freccie:

Come potete vedere (sottolineato in rosso) ora ci troviamo nella seconda scheda di nome “Work with multiple files” (lavora con file multipli) dalla quale potremo ridimensionare più immagini o foto per volta.

Prima di tutto inserite tutte le immagini da ridimensionare in un unica cartella. Fatto ciò seguite le frecce e la mia spiegazione:

Freccia numero 1: cliccate su “Source” per selezionare la cartella delle immagini/foto da ridimensionare.

Freccia numero 2: cliccate su “Destination” per scegliere il percorso dove vogliate vengano salvate le immagini modificate.

Freccia numero 3: muovete il cursore indicato dalla freccia per scegliere la nuova dimensione delle immagini.

Freccia numero 4: qui selezionerete il formato in cui volete venga trasformata la vostra immagine. Potete scegliere tra formato BMP, GIF, JPEG, PNG e TIFF, oppure se usare il formato iniziale dell’immagine selezionando “Same as original“. Se si tratta di fotografie vi consiglio di selezionare il formato JPEG.

Freccia numero 5: qui potete scegliere il modo di visualizzare l’immagine mentre ne modificate le dimensioni.

Freccia numero 6: ultimo passo, cliccate su “Save Pictures” per salvare tutte le immagini con la nuova dimensione.

Il ridimensionamento è completo!

PIXresizer è facile e veloce da utilizzare. In più è un programma gratuito.

Spero vi sia di aiuto. In caso doveste incontrate difficoltà potete chiedermi aiuto utilizzando i commenti.

Continua...

HJSplit: come unire i file Rar Scaricati Divisi

Recentemente vi ho parlato di come scaricare gratis file rar da internet. Ieri, invece, vi ho mostrato come usare un programma per la gestione dei download (download manager): RapGet, un software gratuito per scaricare i file,  che semplifica notevolmente le operazioni da fare per scaricare i numerosi file dai siti di file hosting.

Ma come uniamo i file scaricati divisi scaricati da internet?

E’ quello che voglio spiegarvi oggi.

Ci sono due casi da prendere in considerazione:

Primo caso: i file scaricati sono in formato rar:

Se avete scaricato file in formato rar, la procedura per unire i file è molto semplice. Bisogna munirsi del famoso programma di compressione e decompressione di nome WinRar. Se non ne siete già in possesso lo potete scaricare dal seguente link:

WinRar Download: programma per unire i file in formato rar scaricati da internet

Scaricate ed installate WinRar. Bene, ora, se non lo avete già fatto, mettete tutti i file rar da unire in un’unica cartella e cliccate sul primo file (quello numerato con il numero più piccolo, di solito 00 o 01) con il tasto destro del mouse e scegliete WinRar —-> Extract Here (o “Estrai Qui” se il vostro WinRar è in italiano).

Automaticamente WinRar estrarrà ed unirà tutti i file contenuti nella cartella fino a formare il file originale che avete scaricato.

Secondo caso: i file scaricati non sono in formato rar:

Se i file scaricati non sono in formato rar allora dovete usare un altro programmino anch’esso facile da usare e scaricabile gratuitamente dal seguente link:

HJSplit Download: programma per unire i file scaricati da internet

Scaricate HJSplit. Come per il primo procedimento dovrete inserire tutti i file da unire in un’unica cartella. HJSplit non ha bisogno di installazione perciò fatelo partire cliccando sul file eseguibile “hjsplit.exe”. Vi si presenterà la seguente schermata dove dovrete scegliere il tasto “Join“:

Vi comparirà la seconda schermata dove dovrete cliccare su “Input File” e selezionare il file numerato con il numero più piccolo (000 o 001). In “Output“, invece, inserirete il percorso dove volete venga creato il file intero.

Per finire cliccare su “Start“. HJSplit unirà i vostri file scaricati da internet creando il file originale.

Se riscontrate problemi potete chiedermi aiuto attraverso i commenti.

Continua...

Guida VirtualDub: come unire file video in formato avi

Oggi voglio spiegarvi con una piccola guida come unire due o più file video in formato avi utilizzando il programma gratuito VirtualDub.  I file da unire possono essere inizialmente in formato avi, divx, mpg, mpeg, mpv, m1v e tanti altri ancora. VirtualDub unisce i file video e restituisce un unico file in formato avi. In ogni caso possiamo convertire il file finale o i file iniziali da unire (in caso si tratta di formati video non supportati da VirtualDub) utilizzando Prism. Potete leggere la mia guida “Convertitore file video in formato avi…” per conoscere come usare Prism e dove scaricarlo gratuitamente. I video che dobbiamo unire con VirtualDub devono avere lo stesso tipo di formato e di compressione video, pertanto potete utilizzare sempre Prism se i vostri filmati da unire sono di diverso formato o usano diversi tipi di compressione. Ma vediamo ora dove scaricare e come utilizzare VirtualDub per unire i file video.

Download VirtualDub: programma per unire due file video in formato avi

Scaricate gratis il programma dal link qui sopra. Esso non ha bisogno di installazione e potete lanciarlo (dopo aver estratto il file .rar) cliccando sul file eseguibile VirtualDub.exe.

Vi comparirà la schermata sottostante dove per prima cosa dovrete cliccare su “File” e poi su “Open Video File” per inserire il primo video da unire.

Fatto ciò bisogna aggiungere uno o più video da unire cliccando su “File” e poi su “Append AVI Segment” per ogni video che vogliamo unire a quello iniziale. Ora ci spostiamo sulla voce “Video” e clicchiamo su “Direct Stream Copy” e facciamo la stessa cosa per la voce “Audio” posta accanto a “Video”.

Dopo aver cliccato su “Direct Stream Copy” sia nella scheda “Video” che nella scheda “Audio” andiamo nuovamente su “File” e selezioniamo la voce “Save as AVI“.

Il gioco è fatto. Ora avete ottenuto un unico filmato avi unione dei due o più file video inseriti in VirtualDub.

Se riscontrate problemi, come sempre potete chiedermi aiuto utilizzando i commenti.

Continua...

Block Posters, creare un foto poster in 3 semplici passi

In rete ormai troviamo svariati tool che ci pemettono di fare cose che prima nemmeno immaginavamo.

Per esempio se dovresti fare un poster con una tua foto che hai sul pc come faresti? sicuramente la salveresti su una pendrive e la porteresti al più vicino fotografo della tua città.

Ora, ho trovato questo utile tool online per creare  foto poster in 3 semplici passi. Vediamo come funziona:

passo 1 di 3:

Primo passo da eseguire è quello di caricare l’immagine con la quale volete creare il poster, scelta l’immagine cliccate su continua e aspettate l’avvenuto caricamento che varia in funzione della grandezza della foto. Ricordo che la grandezza massima di upload concessa dal server è di 1 MB.

Passo 2 di 3:

Scegliete come volete che sia il poster, le possibili scelte sono: Portrait (ritratto) e Landscape (paesaggio) ed il numero orizzontale delle immaginette che compongono il poster, clicchiamo su continua.

Passo 3 di 3:

Abbiamo finito, l’ultimo passo è quello del download del nostro foto poster, salvate il file che sarà generato in pdf e stampatelo.

Un esempio di una mia foto 🙂

Le linee tratteggiate durante la stampa saranno trasformate in spazi bianchi di 2 centimetri.

Se non siete ancora convinti a creare un poster con una vostra foto o magari quella del vostro ragazzo/a date un’occhiata alla galleria fotografica del sito

Se volete potete lasciare l’indirizzo del vostro poster nei commenti, appena possibile l’aggiungerò nell’articolo 🙂

Continua...

Come entrare nel BIOS dei computer di ogni marca

Il BIOS (Basic Input / Output System) è il primo programma che viene eseguito quando accendiamo il nostro pc o il nostro notebook. Esso ha tre principali funzioni: Testare lo stato di funzionamento dell’Hardware, localizzare il sistema operativo e caricarlo nella RAM, fornire una interfaccia software a basso livello per l’accesso alle periferiche e all’hardware del PC.  Accedere al BIOS del computer è un’operazione non sempre molto semplice se non conosciamo la sequenza di tasti da premere. Ogni marca di computer infatti ha la sua combinazione di tasti che permette all’accensione di entrare nel BIOS. I tasti vanno premuti di solito subito dopo l’accensione del computer, appena compare la prima schermata che è di solito la schermata della scheda madre o della marca del computer in questione. Vediamo quindi quali sono:

Tasti da premere per entrare nel BIOS dei computer di ogni marca

AMI
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer AMI:
Premere il tasto Del o Canc al riavvio del computer.

AST
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer AST:
Premere contemporaneamente i tasti Ctrl-Alt-Esc. Se si dispone di un computer AST 486, è possibile utilizzare i tasti Ctrl-Alt-Canc.

Compaq
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Compaq:
Premere il tasto F10 al riavvio del computer.

CompUSA
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer CompUSA:
Premere il tasto F2 al riavvio del computer quando viene eseguito il conteggio della memoria del sistema.

Dell
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Dell:
Premere due volte il Pulsante Reset che si trova sul case di alimentazione

Dell Dimension L566cx System
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Dell:
Premere il tasto Canc o Del

Dell Latitude
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Dell Latitude:
Tenere premuto il tasto F2 prima di avviare il computer.

EISA Computer
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer EISA:
Premere il pulsante Reset sul lato anteriore del computer, quindi premere Ctrl + Alt + Esc nel momento in cui inizia il count della memoria.

eMachines
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer eMachines:
Premere TAb all’avvio.

Gateway 2000
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Gateway 2000:
Premere il tasto F1 (o F2) durante il riavvio del computer.

HP
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer HP:
Premere F2 all’avvio.

IBM Aptiva
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer IBM Aptiva:
Premere il tasto F1 al riavvio del computer.

IBM ThinkPad
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer IBM ThinkPad:
Per IBM BIOS:per i vecchi modelli premere Ctrl + Alt + Ins, per i nuovi modelli tenere premuto F1
Per BIOS Phoenix premere Ctrl + Alt + F11 dal prompt di MS-DOS

Micron
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Micron:
Premere il tasto F2 al riavvio del computer.

NEC
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer NEC:
Premere il tasto F2 (o F1) al riavvio del computer.

Olivetti PC Pro
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Olivetti:
Premere Ctrl + Alt + Shift + Canc (in Num Pad) durante l’avvio

Packard Bell
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Packard Bell:
Premere il tasto F2 (o F1) al riavvio del computer. Per i primi modelli premere Ctrl + Alt + S

Phoenix
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Phoenix:
Premere il tasto Ctrl+ Alt + S (o Ctrl + S) al riavvio del computer.

Sony Vaio
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Sony Vaio:
Premere il tasto F2 al riavvio del computer.

Toshiba
Per accedere alla configurazione o al BIOS del computer Toshiba:
Premere il tasto Esc al riavvio del computer.

Se il vostro computer non è compreso nell’elenco provate le seguenti combinazione di tasti per accedere al BIOS del vostro computer:

F1
F2
Canc
Ctrl + Esc
Ctrl + Alt
Ctrl + Alt +[+]
Ctrl + Alt + S
Ctrl + Alt + Invio
Ctrl + Alt + Ins
Ctrl + Alt + Esc

Se riscontrate problemi o volete segnalarmi una nuova marca di computer da inserire chiedetemi pure attraverso i commenti.

Continua...

Telefonare gratis da internet tramite Voip, servizi simili a skype

Con l’avanzare della tecnologia aumentano anche i servizi ad essa legati. Con questi servizi se saputi sfruttare riusciamo a risparmiare qualche euro, quello che ci serve è un computer e una connessione ad internet. Diffidate da chi consiglia siti per telefonare gratis al 99% è una bufala.

Come telefonare gratis da internet tramite Voip?

Ci sono parecchi servizi ormai che permettono di telefonare gratis da internet, sicuramente non possiamo non citare Skype, leader a livello mondiale. Questo utilizza la tecnologia Voip, sta a dire che viene usata la connessione ad internet per telefonare sia su telefoni fissi che su cellulari, logicamente non gratis ma a tariffe veramente competitive. In alternativa invece se volete effettuare telefonate gratis in qualsiasi parte del mondo, potete farlo sempre con skype ma solo da computer a computer.

Ora, fatta questa premessa cercerò di chiarire un pò il concetto di telefonare gratis tramite Voip, riportando tutti i costi che i vari operatori propongono (riporto solo le tariffe a livello nazionale)

1. Skype

Italia —> 0,20 Centesimi di Euro al minuto verso tutti i telefoni, fissi e mobili

Tutte le chiamate effettuate da Skype a skype( pc—>pc) sono gratuite.

2. VoipStunt

Italia —> 0,23 Centesimi di euro per i cellulari e gratis per le telefonate verso i fissi fino ad un massimo di 300 minuti a settimana. Al momento della registrazione vi verranno accreditati 60 minuti da utilizzare verso qualsiasi operatore.

3. VoipBuster

stessa società di VoipStunt, ma leggendo un pò in giro sembra essere migliore, qualitativamente parlano rispetto a VoipStunt.

4. Evaphone

Questo servizio permette di effettuare telefonate gratis senza registrazione solo per pochi minuti, per il servizio completo bisogna essere registrati ed effettuare almeno una ricarica.

Italia —> sui fissi 0.019 e sui cellulari 0.2551

Ho citato solo i servizi più efficienti per telefonare “gratis” su internet, rimane il fatto che qualitativamente parlando skype è senza ombra di dubbio il migliore fra quelli citati.

Cosa ne pensate? che servizio usate?

Continua...

Scaricare wikipedia sul pc e masterizzarla su un dvd

Chi non conosce wikipedia, la più famosa enciclopedia online del mondo.

Purtroppo è online, quindi consultabile solo per chi possiede un pc connesso a internet. Pensate a tutti coloro che ancora non hanno la possibilità di entrare in rete, sono molti!

Da qualche periodo è nata la possibilità di scaricare wikipedia sul pc renderla portabile tramite la copia su dvd. In verità non si tratta di tutto l’archivio di wikipedia (richiederebbe troppo spazio), ma del meglio, infatti contiene oltre 4500 argomenti e 25000 immagini, che possiamo paragonare ad una enciclopedia di 15 volumi.

Il sito si chiama Wikipedia Selection for school, già dal nome si capisce che è un progetto indicato principalmente a utenti di una determinata fascia d’età. Ma non fa male averne una copia su dvd e utilizzarla quando, non sò, in treno, in aereo o in un qualsiasi altro posto dove non vi è una connessione ad internet.

Potete scaricare la versione “school” di wikipedia tramite la rete p2p torrent cliccando su : scaricare wikipedia sul pc, il file è grande circa 2,5 GB.

Sfizioso come progetto ma troppo grande l’ambizione di memorizzare tutta l’enciclopedia wikipedia in un dispositivo portabile. eheh 🙂

Continua...

Guida: trucchi per velocizzare windows xp

velocizzare xpOggi voglio far partire questa rubrica settimanale su come velocizzare windows xp e in seguito anche windows vista.

In questo articolo tratterò questi punti:

1. Ottimizzare il file di Paging

2. Icona veloce per spegnare il pc

4. Disabilitare l’autorun xp

5. Velocizzare il menu avvio (start)

6. Velocizzare avvio di windows xp

Continua...

Come scoprire a cosa servono i processi in Task Manager

task managerOggi sono venuto a conoscenza dell’ennesimo servizio utile e gratuito che ci offre il Web. Si tratta di un sito che ci svela la funzione e il grado di pericolosità dei processi in esecuzione in Task Manager di Windows. Ci sarà sicuramente capitato, infatti, di aprire Task Manager e di non conoscere tutte le funzioni dei file exe della lista nella scheda “Processi“.  Alcuni dei processi potrebbero essere inutili o addirittura potrebbero essere dei virus in esecuzione sulla nostra macchina. Capita infatti che alcuni virus sfuggono alla scansione del nostro antivirus e l’unico metodo che ci rimane per individuarli ed eliminarli è quello di aprire la lista dei processi in Task Manager e controllare se c’è in esecuzione qualche file .exe dal nome strano. Ma conoscere la funzione di tutti i file nella lista è cosa praticamente impossibile. Ma tramite il servizio che vi sto per mostrare potremo non solo sapere a cosa serve un determinato processo, ma anche sapere se si tratta di un file pericoloso o no.

Continua...

Convertitore file video in formato avi, mpg, 3gp, mp4, flv e mov

convertitore video

Capita spesso di trovarci davanti a file video in formati che non possiamo leggere con i player che abbiamo a dispozione, oppure capita che il video che abbiamo scaricato dalla rete è di un formato che non possiamo leggere con il nostro lettore DVD o DivX per la TV, o con il nostro cellulare o con gli altri dispositivi di lettura video che possiamo avere a disposizione. Gli esempi che potrei fare sono molteplici, ma mi fermo qui perchè il mio intento è solo farvi capire l’importanza di avere a disposizione un ottimo e semplice programma per convertire tutti i più popolari formati video nei formati di cui abbiamo bisogno. Quello che andiamo a vedere oggi è quindi l’ utilizzo di Prism, un convertitore di file video in formato avi e non solo!

Non spaventatevi, Prism non ha nessun costo, è gratis! Ed inoltre può convertire dai formati avi, divX, mpg, vob, wmv (formati Windows Media Video), 3gp (formato cellulare), flv (formato YouTube) e molti altri ancora, in formato avi, mpg, 3gp, mp4, flv, mov, asf e wmv. Può anche convertire i nostri DVD nei formati citati.

Prism non fa solo questo, ma molto altro, e allo stesso tempo è semplicissimo da utilizzare. Personalmente lo considero il miglior software per convertire velocemente i formati video.
Ma come dico spesso, bando alle ciance! Passiamo ai fatti! Eccovi il link per scaricare gratis il programma in questione:

Prism: convertitore file video in formato avi, mpg, 3gp, mp4, flv e mov

Scaricate il programma e installatelo (la procedura è molto semplice).

All’inizio dell’installazione vi comparirà una finestra dove vi verrà chiesto quale altro programma correlato volete installare. E si, perchè tramite Prism potrete installare anche altri otto utilissimi programmi. Ecco la finestra in questione:

Ed ecco quelle voci a che tipo di programma corrispondono:
Debut Video Capture Software: Registratore video tramite Webcam. Utile anche per catturare ciò che viene riprodotto o visualizzato sullo schermo del computer.
BroadCam Video Streaming Software: Streamer video che può trasmettere filmati dal vivo utilizzando una webcam o una videocamera ed un microfono.
EyeLine Video Surveillance Software: Programma di registrazione video impiegato per catturare e salvare filmati provenienti da oltre 100 videocamere.
Switch Audio Converter: Convertitore audio in diversi formati.
Express Burn CD Burner: Programma per masterizzare le registrazioni o i file su CD e DVD audio e dati.
Pixillion Image Converter: Convertitore di file immagine da e verso i formati gif, jpg, png, pdf e molti altri.
Photostage Slide Show Software: Programma che da nuova vita alle tue foto.
FlashLynx Video Download Software: Programma per scaricare i video online come quelli di YouTube e può convertirli nei formati avi, wmv, mp4 e altri ancora.

Questi sono tutti i programmi che è possibile installare insieme a Prism. Se non avete bisogno di nessuno di essi lasciate pure la finestra senza spulciare niente e cliccate su fine.
Vediamo ora la semplice operazione per convertire un file video in formato avi (o altri formati, vale sempre la stessa procedura) con Prism.
Appena lanciamo Prism vi si presenterà questa finestra:

Freccia numero 1: indica il primo passaggio da fare e cioè cliccare su “Aggiungi File” per inserire il file video da convertire.
Freccia numero 2: cliccare su “Sfoglia” per inserire il percorso dove vogliamo salvare il file da convertire. Se non lo cambiamo il file sarà salvato nella stessa posizione dove si trova il file da convertire.
Freccia numero 3: qui possiamo decidere in quale formato convertire il file video. Per default è selezionato il formato avi.
Freccia numero 4: ultimo passaggio con il quale partirà la conversione del file video.
N.B. E’ possibile che prima della conversione di un file Prism chiederà di poter scaricare dei componenti aggiuntivi. Date l’ok.
Questa è la semplice procedura per convertire i nostri file video nei formati desiderati.
Prima di lasciarvi vi mostro le principali caratteristiche di Prism.

– Converte i formati avi, mpg, vob, asf, wmv, mp4, ogm e tutti quelli che hanno un codec basato su DirectShow based codec, in formato AVI e Windows Media Video.
– Può caricare files di formato diverso e convertirli in uno stesso formato di destinazione.
– Se il video viene riprodotto senza problemi da “Windows Media Player”, allora sarà convertibile con Prism.
– Supporta tutti i dispositivi multimediali più diffusi, come PSP, iPod, lettori MP4, telefoni cellulari, XBox, PS3, i dispositivi Creative Zen e quelli iRiver.
– Mostra l’Anteprima dei file di origine e di quelli di destinazione prima di convertirli.
– Aggiunge file video direttamente dai DVD.
– Imposta le velocità di compressione/codifica dei file di destinazione.
– Imposta la risoluzione e la velocità dei fotogrammi dei file di destinazione.
– Imposta la dimensione desiderata dei file di destinazione.
– Integrato con Express Burn Plus per masterizzare i file su DVD.
– Prism può essere aggiunto al menu pulsante destro per l’accesso facilitato.
– Può essere eseguito dal Prompt dei Comandi per automazione con altre applicazioni.
– Può essere usato in combinazione con PhotoStage per creare presentazioni con i vostri video e le vostre immagini.
– Il convertitore video Prism possiede un’ interfaccia intuitiva e facile da usare.

Requisiti di sistema: Windows 98/2000/XP/2003/Vista

Ed ecco il link del sito dove troverete maggiori informazioni su Prism e sulla sua versione Plus.
Questo è tutto! Prism è un ottimo software, facile da usare ed utilissimo. Se decidete di provarlo ditemi nei commenti cosa ne pensate.

Continua...