2014 14/07

Come Condividere Stampanti tra Computer Windows, Mac e Linux

Windows, Mac e Linux possono condividere tra di loro l’accesso a file e cartelle, ma non solo. Possono anche essere utilizzati per condividere stampanti, scanner e altri dispositivi. Il caso più semplice è abbastanza banale: si utilizza una stampante recente, con connessione WiFi. In questo caso ci si collega direttamente tramite WiFi e non c’è nessuna difficoltà. Un po’ più difficile è quando si ha a disposizione una stampante che si collega solo tramite USB, o comunque attraverso una porta fisica. In questo caso la stampante è connessa a un unico PC e per stampare da un altro computer occorre utilizzare una procedura un po’ più complessa.

In questa rapida guida vedremo proprio questo caso, illustrando il metodo più rapido ed efficace per condividere stampanti tra computer, siano essi Windows piuttosto che Mac o Linux.

Condividere una stampante: in Windows

Se si utilizzano solo PC con la stessa versione di Windows si evita un potenziale problema di comunicazione tra i sistemi, ma non si è sempre così fortunati. Per questo la prima cosa da fare quando si vuole condividere una stampante è procedere alla buona vecchia maniera: si va sul Pannello di Controllo, di Windows, e si accede alla scheda dedicata alle “Condivisioni Avanzate” e quindi si abilita la “condivisione di file e stampanti“.

Fatto questo si apre l’elenco delle stampanti e si seleziona, con il mouse, la stampante che si intende condividere tra i vari PC. Si clicca sulla stampante con il tasto destro e si sceglie la voce “Proprietà”.

Dalla finestra che appare è possibile modificare alcune caratteristiche della stampante in uso, tra cui la sua condivisione. E’ sufficiente cliccare sulla voce corrispondente, e decidere il nome da utilizzare per farla riconoscere, la stampante, agli altri computer.

Vala la pena notare che anche in fase di installazione di una nuova stampante è possibile decidere se condividerla o meno con altri computer. Quindi se si sta installando una nuova stampante pensata per essere utilizzata da più PC vale la pena abilitare immediatamente la condivisione, giusto per evitare di fare un passaggio in più.

Usare una stampante condivisa: da Windows

Dopo aver impostato la stampante, e dopo averla messa a disposizione per l’accesso da altri PC, è il momento di configurare i computer stessi per poterla usare. Cominciamo ipotizzando di aver un PC Windows, e una stampante collegata tramite cavo a un computer diverso. Si può controllare di avere accesso alla stampante aprendo l’Esplora Risorse e guardando i dispositivi connessi nella posizione “Risorse di Rete”. Oltre ai vari PC e cartelle condivise saranno presenti anche stampanti, scanner e altri dispositivi. Tutto quello che è visibile in quella posizione è utilizzabile in rete, stampante compresa.

Dopo aver verificato di aver accesso alla stampante è necessario aggiungere una stampante. Al momento di decidere il modo in cui la stampante è collegata al PC indichiamo l’opzione “Stampante di Rete”. In questo modo Windows cercherà in tutta la rete e mostrerà le stampanti condivise, quelle tra cui scegliere la stampante che intendiamo utilizzare.

C’è un unico caso particolare da tenere a mente: se la stampante è installata su un computer Mac allora per accedervi da Windows è obbligatorio utilizzare un programma particolare, Bonjour Print Services for Windows. Tramite questa applicazione è disponibile una procedura guidata che permette di collegare una stampante condivisa su Mac a un PC Windows. A parte il fastidio di scaricare un programma aggiuntivo, tra l’altro non pesante, questo sistema funziona bene e di solito non presenta problemi di compatibilità.

Condividere una stampante: in Mac OS

Il protocollo utilizzato per condividere una stampante è diverso tra Windows e Mac, e questo può provocare alcuni problemi. Mac usa un protocollo chiamato Bonjour che Windows non riconosce automaticamente, cosa che invece Linux riesce a fare benissimo. Per questo quando accediamo a una stampante condivisa da Mac usando un PC Windows dobbiamo installare un programma aggiuntivo.

Condividere una stampante da Mac OS è tutto sommato semplice, basta selezionare la stampante che interessa e aprirne le proprietà. La voce da attivare è, come intuibile facilmente, “condividi la stampante”. Dopodiché dalle impostazioni avanzate è possibile decidere il nome da utilizzare altri particolari.

Usare una stampante condivisa: da Mac OS

condividere-stampanti-09

Aggiungere una stampante condivisa è facile, se si utilizza Mac OS. Per farlo occorre procedere come se si intendesse installare una stampante in maniera normale.

Però quando si tratta di decidere la stampante da installare sul Mac si seleziona il percorso di rete, e quindi la stampante condivisa che interessa utilizzare. Dopo aver selezionato la stampante è sufficiente cliccare il pulsante corrispondente per aggiungerla e poterla usare come se fosse collegata direttamente al Mac.

Anche in questo caso c’è una cosa che vale la pena notare. Se la stampante condivisa è collegata fisicamente a un PC Windows allora per poterla utilizzare da Mac occorre indicare il percorso di rete completo. Invece se la stampante è collegata a un PC che utilizza Linux, al momento di installare la stampante su Mac la stampante apparirà disponibile subito, senza doverne indicare il percorso completo.

Condividere una stampante: in Linux

Condividere una stampante da Linux è un po’ più complesso rispetto a Windows e Mac OS. E’ anche complesso illustrare i vari passaggi perché alcune distribuzioni usano metodi diversi, alcuni che ricalcano Windows, altri che hanno una logica tutta loro. Per questo, nel caso non si utilizzasse una distribuzione basata su Ubuntu, conviene consultare la guida del proprio sistema operativo.

Comunque, usando Ubuntu, la prima cosa da fare è visualizzare le stampanti installate: lo si fa dalle impostazioni di sistema. Dalla finestra che mostra tutte le stampanti collegati al sistema occorre cliccare sul menù “Server” e quindi su “Impostazioni”.

La prima impostazione si chiama “Pubblica stampanti condivise connesse a questo sistema”: va abilitata. Si dà l’OK e si torna all’elenco delle stampanti.

Dall’elenco si seleziona con il tasto destro del mouse la stampante da condividere, e si sceglie la voce “Proprietà”. Nella scheda “Criteri” devono essere spuntate tutte le caselle, sono quelle che indicano che la stampante è condivisa, accetta comandi di stampa dalla rete ed è attiva.

Usare una stampante condivisa: da Linux

Utilizzare su Linux una stampante condivisa, invece, è tutto sommato semplice. Per prima cosa dalle Impostazioni si apre l’elenco delle stampanti e si clicca su “Aggiungi una nuova stampante”.

Se la stampante è collegata fisicamente a un PC Windows bisogna indicare a Linux di cercarla nella voce “Windows Printer via SAMBA”. In questo modo si ha la lista delle stampanti che è possibile utilizzare e si può installare quella che interessa.

Se invece la stampante è condivisa da Mac tramite Bonjour allora si vedrà immediatamente la stampante disponibile e basterà installarla normalmente.

In conclusione

In conclusione, c’è una cosa da tenere presente se si intende comprare una nuova stampante da utilizzare con più PC: vale la pena prenderne una che utilizza il WiFi. In questo modo ci si può connettere direttamente tramite il Wifi, a patto che i computer utilizzati abbiano la scheda WiFi. In ogni caso esistono delle penne USB con antenna WiFi incorporata, sono abbastanza economiche (una decina di euro o poco più, dipende dal modello) e permettono di collegarsi tramite WiFi ai vari dispositivi. Ed è una soluzione economica e che semplifica molto la configurazione di una rete composta da computer vecchi e con sistemi operativi diversi.

Come Condividere Stampanti tra Computer Windows, Mac e Linux ultima modifica: 2014-07-14T11:01:42+00:00 da samuele

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento