Come Creare ScreenSaver con Foto Proprie

di samuele

Creare Screensaver con foto proprieIn parte questo articolo è d’obbligo. Dopo aver parlato dei migliori screensaver per Windows qualcuno, giustamente, si sarà chiesto sulla possibilità di utilizzare le proprie foto per ottenere un salvaschermo personalizzato. Non è una cosa difficile, giuro, solamente un po’ macchinosa. Spero le molte immagini presenti in questo articolo non vi spaventino, ma penso sia il modo più rapido per spiegare rapidamente e semplicemente come creare screensaver personalizzati. Se mi direte il contrario, che preferite uno spiegone di mille parole fitte fitte, be’, non vi crederò. Detto questo cominciamo con la guida vera e propria.

Apertura impostazioni dello screensaver

Aprire le impostazioni degli screensaver

La prima cosa da fare è aprire le impostazioni dello screensaver. Come avrete già notato Windows offre molte strade per raggiungere le sue diverse componenti. In questo caso la più rapida prevede un click con il tasto destro del mouse sul desktop e la scelta dell’opzione Personalize (personalizza).

Icona Screensaver da cliccare

La finestra che ci appare dovrebbe essere abbastanza conosciuta: è la versione di Windows 7 del pannello di controllo. Clicchiamo sull’icona dello ScreenSaver, quella in basso a destra.

Pannello di configurazione degli screensaver

Fatto questo siamo arrivati: è la maschera attraverso cui possiamo controllare il salvaschermo del nostro computer, cambiando le varie impostazioni, aggiungendone di nuovi o installando quelli che abbiamo scaricato.

Per chi fosse curioso, il secondo modo per arrivare a questo punto è un po’ più lungo. In pratica dobbiamo raggiungere il pannello di controllo esteso, scegliere la cartella Opzioni e Personalizzazione e, finalmente, cliccare su Cambia ScreenSaver. Entrambi i metodi danno lo stesso risultato; io, però, preferisco il primo perché più rapido.

Creiamo il nostro screensaver

Selezione della voce Windows Live Photo Gallery

Ma torniamo alla guida vera e propria. Da questa maschera clicchiamo sul menù a tendina ScreenSaver (scommetto ve lo aspettavate, vero?) e scegliamo la voce Windows Live Photo Gallery.

Accedere alle impostazioni dello screensaver

Volendo potremmo chiudere qui il discorso. Come? Facile, cliccate sulle impostazioni (pulsante setting) e decidete se utilizzare tutte le immagini della raccolta Windows Live Photo oppure una sola particolare cartella. Ma questo vorrebbe dire perdere l’aspetto migliore della personalizzazione di uno screensaver.

Scegliamo le foto che vogliamo

Inserimento dei tag delle foto

Perché creare una galleria fotografica animata (di fatto è questo che stiamo facendo per creare uno screensaver con le nostre foto) a partire da una cartella specifica è cosa tutto sommato facile. Penso proprio non servisse una guida specifica per questo, né a me né a voi. Ma c’è una ragione nel tempo che io sto impiegando: possiamo personalizzare molto più a fondo il nostro screensaver.

Probabilmente già lo saprete: possiamo inserire nelle immagini alcune informazioni aggiuntive. Questo non vale solo per Windows ma anche per le macchine digitali e i moderni smartphone. In pratica possiamo inserire i così detti “tag“, delle etichette che identifichino il tema e l’argomento della fotografia. Non solo questo, possiamo anche dare una valutazione estetica, o sentimentale, o quel che volete. Come? Con il classico metodo delle stelline, proprio quello utilizzato nelle classifiche più famose.

Scelta del voto delle foto

Tutto questo per dire cosa? Che possiamo scrivere il tag, l’etichetta, che ci interessa nella prima casella di testo. In questo modo il nostro screensaver mostrerà tutte le immagini su quel tema. Una cosa bella da fare, poi, è selezionare solamente le immagini migliori. Ed ecco che le stelline vengono in nostro aiuto: decidiamo la qualità che ci interessa attraverso il menù a tendina Rating.

Inserimenti dei tag delle foto che vogliamo escludere

L’ultima casellina ci permette di escludere alcune foto particolari. Il trucco è sempre lo stesso, indichiamo quale tag non va bene e Windows si occuperà di non includere le foto corrispondenti.

Selezione del percorso delle foto

Io trovo molto ben fatta questa maschera ma capisco anche una cosa: per alcuni è assolutamente inutile. In questo caso il metodo classico è comunque disponibile. Per attivarlo mettiamo il pallino su “Use photos and videos from“.

Il pulsante Browse ci permette di trovare e selezionare la cartella delle foto

Cliccando sul pulsante Browse potremo navigare tra le cartelle del nostro computer fino a trovare quella con le foto che intendiamo utilizzare.

Immagine della ricerca delle cartelle delle foto

Dopo averla selezionata è sufficiente dare l’OK per includere tutto il suo contenuto, tutte le nostre foto al suo interno, in uno screensaver personalizzato.

Personalizziamo il nostro screensaver

Scelta della tipologia dello screensaver da usare

Abbiamo finito? No, non del tutto. Ora che abbiamo importato le nostre foto all’interno dello screensaver ci resta una cosa da fare: decidere come mostrarle. Possiamo restare nella tradizione e fare scorrere una fotografia dietro l’altra come se stessimo sfogliando un album di ricordi (o guardando una cornice digitale). Oppure, e io ve lo raccomando vivamente, sbizzarrirci e sperimentare altre soluzioni. Tipo? Effetti di dissolvenza, collage, filtri più o meno speciali e così via. Sarà sufficiente scegliere un “tema” e stare a guardare.

Scelta della velocità con cui vengono mostrate le foto nello screensaver

Ci sono ancora due cosette da sistemare: la velocità con cui appaiono le varie immagini, e l’ordine stesso della loro apparizione. Impostare la velocità è banale, basta cliccare sulla voce corrispondete e scegliere quello che più ci piace tra Veloce, Lento, e Velocità Media.

Scelta del tipo di ordine con cui vengono mostrate le foto

Impostare l’ordine con cui vengono mostrate le singole fotografie è invece un po’ meno banale. Di default, come impostazione predefinita, le foto vengono mostrate in ordine alfabetico. L’unica cosa che possiamo fare è mettere una spunta su Shuffle contents per mescolarle in maniera casuale.

Salvataggio delle impostazioni dello screensaver

E per ottenere un ordinamento preciso? Non c’è nulla da fare se non rinominare manualmente tutti i singoli file, uno a uno, mettendoli noi stessi secondo la posizione che ci interessa (sempre seguendo il criterio detto sopra, l’ordine alfabetico). Io, se posso permettermi, vi consiglio di lasciar perdere: impiegherete molto tempo e alla fine si tratta solamente di uno screensaver.

Dopo aver sistemato, in un modo o nell’altro, questa faccenda, cliccate su Salva.

Pulsante per vedere l'anteprima dello screensaver creato

Cosa naturale, dopo un lavoro, è valutare il risultato ottenuto. Possiamo farlo anche noi cliccando su Anteprima: il salvaschermo partirà immediatamente e noi potremo capire se saranno necessarie correzioni o se tutto procede nel migliore dei modi possibili.

Ma il mondo, a volte, è ingiusto e potrebbe apparire un messaggio d’errore come quello qui sotto.

Schermata di un probabile errore che potrebbe presentarsi

Si tratta di un problema abbastanza comune sui computer portatili, e non solo. La soluzione, però, non è altrettanto banale e richiede un minimo di conoscenza del registro di Windows. Più avanti magari vi spiegherò il trucco. Ma ci vuole un po’ di calma per evitare di combinare pasticci e di bloccare tutto il sistema operativo.