7 Motivi per i Quali la Wii U è Meglio di Xbox One e PS4

di samuele

Per quanto possa essere strano, la battaglia tra le console non si gioca solamente tra Xbox One e PlayStation 4: c’è anche la Wii U, di Nintendo, in campo. E nonostante una campagna pubblicitaria tra le peggiori possibili, e un nome assolutamente fuorviante, e tutta una serie di problemi legati all’esordio, nonostante tutto questo ci sono molte ragioni per preferire Wii U a Xbox One e alla PS4.

In questo articolo tenteremo di sintetizzare in 7 punti i 7 motivi per i quali la Wii è migliore rispetto alle console concorrenti, partendo dai giochi – da sempre punto di forza di Nintendo – passando per l’hardware e arrivando a lacune considerazioni di ordine generale. Ma andiamo con ordine e cominciamo con i giochi.

I giochi in esclusiva

wii u, xbox e ps4

All’inizio i giochi erano pochi, e nemmeno così interessanti. E se si doveva scegliere una console era molto meglio orientarsi verso Xbox One e PS4. Adesso però, e per fortuna, non è più così. Ci sono molti più giochi disponibili, e tutta una serie di titoli pensati e rilasciati in esclusiva per Wii U. E sono dei giochi molto belli, divertenti e appassionanti. Di seguito abbiamo riportato un elenco, a titolo di esempio, e per forza di cose limitato ai giochi rilasciati fino ad ora: nei prossimi mesi ci saranno altri titoli rilasciati in esclusiva per Wii U.

Super Smash Bros.

New Super Mario Bros. U

Super Mario 3D World

Mario Party 10

Mario Kart 8

Yoshi’s Woolly World

Captain Toad: Treasure Tracker

Donkey Kong Country: Tropical Freeze

The Legend Of Zelda: The Wind Waker HD

Hyrule Warriors

Sonic Boom: Rise of Lyric

Pikmin 3, ZombiU, e Wonderful 101

I giochi di una volta, funzionanti

Se la mancanza di giochi iniziali era un problema, con i nuovi titoli non lo è più. Ma non è solo al futuro che occorre guardare, perché Wii U, a differenza di Xbox ONE e PlayStation 4, è anche l’unica console in grado di far giocare ai vecchi giochi senza dover ricorrere a trucchi e o a modifiche delle impostazioni complicate. Tramite un emulatore interno si possono giocare oltre 200 giochi usciti originariamente per NES, SNES, e GBA. E nei prossimi mesi saranno supportati anche i giochi per NS64. Per i curiosi sul sito della Nintendo c’è un elenco parziale dei vecchi giochi compatibili per Wii U.

Il prezzo basso

prezzo

Lasciamo da parte, volutamente, il discorso sul prezzo medio dei giochi. Quelli per Wii U costano, mediamente, un terzo in meno rispetto a quelli per le altre console. Ma questo è un fattore che varia in relazione al singolo gioco, e anche da eventuali sconti nei negozi fisici e online. Quello che è davvero interessante è il prezzo della console in sé. La Wii U, in bundle con due giochi (Wii Party U e Nintendo Land) costa 190 euro su Amazon. Invece Xbox One con Fifa 15 viene venduta a 399 euro, ed è lo stesso prezzo proposto da Amazon per PlasyStation 4 più Destiny. Che poi detto in soldoni, la Wii U costa la metà di Xbox One e di PS4.

La compatibilità con i giochi usati, e quelli di pochi anni fa

giocare ai vecchi giochi

A questo si aggiunge la compatibilità del Wiimote: non serve comprare dei controller aggiuntivi, quello vecchio funziona bene anche nella nuova console. E lo stesso discorso vale per i giochi usciti per la Wii. A differenza di Xbox e PlayStation, che nel tempo hanno perso la loro compatibilità verso i giochi delle console di generazione precedente, la Wii è ancora compatibile con tutti i vecchi giochi. Questo si traduce, in pratica, nella possibilità di avere molti giochi a disposizione. E, cosa ancora più importante, nella possibilità di risparmiare acquistando giochi usati, ma comunque divertenti: e non è un risparmio piccolo, o una cosa da sottovalutare.

Il GamePad è davvero unico

gamepad

Come non è da sottovalutare la vena innovativa di Nintendo. Dicevo all’inizio della campagna pubblicitaria pessima, e del nome ancora peggiore. A vedere la Wii U si potrebbe pensare che l’unica innovazione sia un gamepad bizzarro e anche complicato. E che lo schermo touch sia più un vezzo che altro. Invece no.

Per capirlo basta confrontare Xbox One con PS 4: cambiano le forme fisiche della console, e del controller. Cambia la grafica del menù, e cambiano i giochi a disposizione. Ma in definitiva le due console sono identiche, interscambiabili. Wii U, invece, prova a innovare e lo fa introducendo un secondo schermo addizionale. Schermo che può essere utilizzato per giocare anche distanti dalla TV – ci torniamo tra un attimo – ma anche per vedere informazioni aggiuntive mentre si gioca davanti al televisore. Avere l’inventario sotto mano, oppure una mappa di gioco, o ancora dei comandi personalizzati, o personalizzabili, permette di giocare meglio, con più naturalezza e più efficacia.

Ecco, magari Ninento avrebbe potuto pubblicizzare meglio questa innovazione, e chiamare la nuova console Wii 2: meno poetico, certo, di Wii U, ma sarebbe stato più chiaro spiegare che si tratta di un approccio innovativo, e in una certa misura anche nuovo.

Perfetto per una serata in famiglia, o un festa

Esistono dei controller professionali per i giochi difficili, quelli che appassionano gli hard gamers, giochi come Call Of Duty. Ma la vera vocazione della Wii U è il gioco in famiglia e in compagnia. I suoi controller, come l’oramai classico wiimote, è facile da usare e intuitivo. Tutti, davvero, riescono a guidare una macchinina in Mario Kart, senza assolutamente problemi. Inoltre i giochi stessi dati in bundle con la versione base sono giochi di società. Wii Party U e Nintendo Land danno il meglio di sé giocati in compagnia, anche con bambini di qualche anno, o con i propri genitori.

Non sempre serve il TV

Infine la questione TV. Usando il gamepad è possibile giocare anche senza usare il televisore. Può capitare di essere immersi in una partita, e di doversi interrompere perché il televisore serve a qualcun altro. Con le altre console non c’è nulla da fare, non si gioca più. Con Wii U basta premere un tasto e si continua direttamente sullo schermo del gamepad.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *