I Migliori 5 Giochi di Strategia in Arrivo nel 2014

di samuele

Il genere di gioco che prediligo è quello strategico. Ma non i giochi strategici “finti” che si possono giocare su Facebook, o quelli per smartphone basati su delle attese lunghissime tra una mossa e l’altra. Quelli che mi piacciono sono i classici, come Civilization. Tra l’altro, probabilmente l’anno prossimo arriverà Civilization 6, ed è inutile dire con quanta trepidazione lo attenda. Però anche il 2014 ha alcuni grandi giochi di strategia in arrivo. Alcuni poi sono davvero interessanti e dalle notizie che circolano parrebbe che, finalmente, stia tornando in voga questa tipologia di gioco. E per dimostrarlo in questo articolo vi anticipo quali saranno i migliori giochi del 2014, secondo me.

Civilization: Beyond Earth

[schema type=”movie” url=”https://www.youtube.com/watch?v=qtYWqE55s24″ name=”Civilization: beyond earth” description=”Gioco di strategia” producer=”Civilization” ]

Allora, adoro i giochi di strategia e amo la fantascienza. Quindi immaginate la mia reazione quando ho saputo che era un piano una versione di Civilizaion di stampo spaziale. E come me tutti gli appassionati aspettano con impazienza l’autunno, quando arriverà Civilazion: Beyond Earth.

Il gioco si preannuncia come il seguito di Alpha Centauri, e come il vecchio gioco dovremo colonizzare uno o più pianeti alieni. Il vantaggio dell’ambientazione extraterrestre dovrebbe essere visibile nelle campagne, nelle tecnologie e nella storia. O, meglio, nell’assenza della storia perché essendo tutto ambientato nel futuro non saremo più obbligati a seguire le tappe storiche o le tecnologie che già conosciamo. Potremo invece sviluppare nuove ricerche, nuove unità e nuove civiltà, anche più bizzarre di quelle terrestri.

Sul sito ufficiale, chiamato semplicemente Civilization, ci sono alcune immagini e il trailer, ma ancora poche informazioni. Però è, anche, in italiano.

Galactic Civilizations 3

[schema type=”movie” url=”https://www.youtube.com/watch?v=HSnMra5j3BA” name=”Galactic Civilization” description=”Gioco di strategia” producer=”Stardock Entertainment” ]

L’ho visto sua Steam, è in Early Access. E costa 99 dollari, quindi non l’ho provato. Il prezzo è alto, e quando il gioco uscirà dalla fase di sviluppo verrà abbassato, penso per lo meno ridotto a un terzo o giù di lì. GC3 è il seguito di Galactic Civilizaion e arriva dopo anni, e dopo un tentativo disastroso da parte della stessa software house di creare uno strategico fantasy. Per fortuna quel progetto è naufragato e adesso lo sviluppo di Galactic Civilization 3 procede a pieno regime.

Il gioco si presenta come un classico strategico 4X, con le caselle esagonali, con la ricerca di risorse e tecnologie, con combattimenti e diplomazia. L’Intelligenza Artificiale pare sarà molto migliore delle precedenti, e la grafica curata permetterà di provare l’ebbrezza dello spazio profondo. Eh sì, perché mentre Civilization: Beyond Earth sarà tutto su un unico pianeta in Galactic Civilizations 3 si potrà sviluppare il proprio impero interstellare.

Il sito di riferimento, GalCiv3, è ricco di materiale, ben curato e interessante. Ma è solo in inglese.

Worlds of Magic

[schema type=”movie” url=”https://www.youtube.com/watch?v=9RoPJLdCPRs” name=”World of Magic” description=”Gioco di strategia” producer=”Wastelands Interactive and Lucid Dreamers” ]

Tecnicamente World of Magic non è uno strategico bensì un gioco tattico a turni. Ma è più una distinzione da appassionato che una questione fondamentale. Il gioco è ambientato ogni volta in mondo diverso e ruota attorno alla magia e agli incantesimi. Non è una novità assoluta, ma rispetto ad altri giochi di magia questo permette la creazione di molti incantesimi, e le scelte nel gioco influenzeranno i poteri disponibili o meno nel proseguo. Un’altra particolarità è l’utilizzo del d20 System, il famoso set di regole utilizzato da molti giochi di ruolo.

Il sito, WorldsofMagic è ben fatto, ricco di curiosità e di informazioni. Manca la lingua italiana, al momento, però è possibile scaricare una demo gratuita per provare il gioco in attesa dell’arrivo della versione definitiva.

Stronghold: Crusader 2

[schema type=”movie” url=”https://www.youtube.com/watch?v=ecAkXsqGxJ0″ name=”World of Magic” description=”Gioco di strategia” producer=”Wastelands Interactive and Lucid Dreamers” ]

Stronghold è una serie di giochi un po’ inconsueta che unisce la gestione di un castello alla ricchezza di un gioco strategico. Un po’ come se unissimo Civilization con SimCity. In Stronghold: Crusader 2 dovremo costruire e gestire il nostro castello e nel contempo difenderci dagli attacchi provenienti dai castelli vicini.

Due cose sono interessanti. La prima riguarda la fisica del gioco: le azioni e le conseguenze sono molto realistiche, e basta uno sguardo veloce al trailer per rendersene conto. La seconda cosa riguarda la modalità CoOpt: si gioca in due e si gestisce entrambi lo stesso castello. Questo semplifica la difesa e lo sviluppo perché mentre uno difende le mura dagli attacchi l’altro continua a costruire e a sviluppare il maniero.

Clockwork Empires

[schema type=”movie” url=”https://www.youtube.com/watch?v=XgR27Lx3r90″ name=”Clockwork Empire” description=”Gioco di strategia” producer=”Gaslamp Games, Inc”]

L’anno scorso il peggior gioco di strategia è stato probabilmente la nuova versione di SimCity. E per quanto poi si sia corsi ai ripari la delusione per gli appassionati dei giochi strategici di cenere City Building è stata cocente. Per fortuna quest’anno ci si potrà consolare con Clockwork Empires: un City Building in stile SteamPunk che unisce anche più di un elemento strategico.

Le dinamiche di gioco paiono quelle classiche ma l’ambientazione è assolutamente affascinante: macchine a vapore (le tute sono spettacolari), miti lovecraftiani con cui bisogna in qualche modo convivere, tecnologie folli, e la cultura pop saccheggiata a man bassa. Di certo varrà la pena giocarci per molto tempo.

Ti potrebbe interessare

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *