I Migliori 5 Sistemi Home Theatre del 2011/2012

di samuele

Migliori sistemi Home TheatreDopo aver parlato delle migliori TV del 2011 e del 2012 (o, per lo meno, quelli che si prospettano essere i modelli migliori) vale la pena pensare ad un’altra cosa. Non distante, anzi: i sistemi Home Theatre, quegli aggeggi in grado di trasformare il suono di un TV in quello di un cinema. Perché se è vero che nella scelta di un TV teniamo sempre presente la qualità video è anche vero che il suono permette di apprezzare al massimo grado un film. Vediamo, in questo rapido articolo, quali sono i migliori sistemi Home Theatre attualmente in commercio, in Europa e negli Stati Uniti.

1. Samsung HT-C6950W

Immagine del Samsung HT-C6950W

Come al solito, prima di passare alla lista vera e propria è necessari ponderare alcuni fattori. Diciamo che i principali sono 4, anche se volendo ne potremmo aggiungere un quinto. Per il momento parliamo dei primi e poi, se il tempo che ho a disposizione oggi per scrivere me lo permette, vediamo l’ultimo.

Il primo aspetto da avere in mente è il numero di altoparlanti che vogliamo. Non è una questione meramente estetica, assolutamente. Anche se, a dirla tutta, l’occhio un certo peso ce l’ha. E sistemare in salotto 6 o 7 altoparlanti non sempre è possibile. Tenete però presente che la tendenza attuale lascia presagire un numero sempre crescente di DVD e Blue-Ray in 5.1 e in 7.1. In pratica, se vogliamo fare un investimento anche per il futuro, meglio puntare sul numero. Ovviamente il portafoglio ha il suo peso, ma è anche vero che quello che spendiamo ora lo risparmieremo quando si tratterà di acquistare un nuovo sistema Home Theatre. Acquisto che, se stiamo accorti ora, non saremo obbligati a fare.

A proposito di accortezza prestiamo attenzione all’amplificatore che scegliamo. Non è detto che un volume maggiore sia sinonimo di qualità. Se fosse così basterebbe urlare per essere dei grandi cantanti. O fare del rumore per comporre una colonna sonora. Esagero? Bé, forse sì, ma non potete negare che sia così. Spesso pensiamo che un Home Theatre debba semplicemente rendere il suono più forte, e dimentichiamo l’importanza della nitidezza e della profondità. Ed è un dimenticanza grave, ammettiamolo, che sconteremo in seguito. Sopratutto in quei film la cui colonna sonora è fondamentale, o particolarmente bella.

Altra cosa da considerare è la scelta di un metodo per leggere e riprodurre i Blue-Ray o i DVD. Se fosse per me non porrei nemmeno la domanda. Perché? Semplicemente perché sono sempre di più i film in Blue-Ray e, anche se non è una questione all’ordine del giorno, è probabile che i DVD faranno la fine delle vecchie videocasette in VHS. Con un differenza fondamentale che rende più rosea la nostra prospettiva. A differenza di quel cambio di tecnologia i lettori Blue-Ray possono leggere i DVD. I lettori DVD non potevano riprodurre le vecchie videocasette, come ben sappiamo. Di fatto comprare un lettore Blue-Ray ora ci permetterà di utilizzare si ai nostri vecchio DVD che di agganciare la tecnologia del futuro.

E a proposito di futuro, cosa è più futuristico del 3D? E’ notizia di questi giorni la scelta di un canale TV giapponese di trasmettere direttamente in 3D. Io, lo sapete, non impazzisco per questa tecnologia. Non tanto per il 3D in sé quanto per l’utilizzo grossolano che ne viene fatto. E non ho idea, davvero, delle potenzialità effettive di questa tecnica cinematografica. Resterò, come tutti del resto, ai margini della storia ad osservare. E se il cinema del domani, se la TV di domani, se l’Internet di domani, sarà in 3D, bhé, vorrà dire che ho sbagliato la mia valutazione. Nel frattempo, se volete, se ve lo potete permettere, potete comprare un sistema Home Theatre in grado di supportare in 3D. Metti mai che serva, un domani. Ovviamente, oltre all’Home Theatre anche la televisione deve essere in 3D: dei migliori modelli in circolazione ho già parlato, se vi ricordate, in un articolo di qualche giorno fa.

Infine ecco il quinto punto, quello non propriamente tecnico. Ho ancora qualche minuto per scrivere, e quindi vi ammorbo un pochetto. Si tratta del compromesso. A volte la pace domestica ci costringe a rinunciare al gadget dei nostri sogni. A volte, però, possiamo barare. O, se non vi piace il termine, utilizzare un trucco. Quale? Invece di puntare su un sistema Home Theatre completo possiamo utilizzare una sound bar. Costa meno, occupa meno spazio e illude la consorte. Illude perché il volume di alcune di queste barre può essere alto tanto quanto un sistema Home Theatre medio. E la qualità può, in alcuni casi competere con i migliori. Ma, attenti, prima di procedere all’acquisto vi conviene provare, giusto per non farvi imbrogliare da qualche commerciante “furbetto”. Se volete una dritta, per quel che vale, l’ultimo modello di questa lista, il Sony HT-CT350, è un buon modello: cercatene di simili.

E visto che abbiamo cominciato ad elencare i vari modelli disponibili vi avverto: il mio preferito è il numero 4, il LG HX976TZW. Perché? Perché la tecnologia WiFi permette di avere un impianto senza fili, pulito e spettacolare. La qualità, è ovvio, è alta, ai massimi livelli. Ma questo vale per tutti i 5 i modelli di questa lista, e non occorre dirlo, vero?

Se avete deciso di puntare sui DVD avete la possibilità di scegliere il modello numero 3, l’LG ARX 8000. Vi piace lo stile di questo sistema Home Thatre ma volete il Blue-Ray? Tranquilli, ne esiste anche la versione “del futuro”. Costa un po’ di più ma è equipaggiata di tutto punto.

Il Sony BDV –E370, quello in seconda posizione, è un oggetto multiforme, in grado di collegarsi al mondo tramite WiFi e USB. E non solo. Vale la pena spendere per questo gioiellino se fate della TV un uso eclettico. E del primo, il Samsung HT-C6950W, che dire? Facile, è quasi perfetto. Sì, qualche sbavatura qua e là c’è, ma penso sia impossibile trovare qualcosa di meglio. Almeno in Europa, oggi.

2. Sony BDV-E370

Immagine del Sony BDV-E370

3. LG ARX 8000

Immagine del LG ARX 8000

4. LG HX976TZW

Immagine del LG HX976TZW

5. Sony HT-CT350

Immagine del Sony HT-CT350