2012 02/01

Le Migliori 5 TV di Inizio 2012

Le migliori TV di inizio 2012Passato Capodanno, finito il Natale, manca solo l’Epifania. O la Befana, se volete chiamarla così. Poi finisco le ferie, ricomincia il lavoro e ci ritroveremo immersi di nuovo nel tram tram quotidiano. Anche se, in realtà, io un vero e proprio stacco mica ce l’ho avuto: sapete anche voi come sono ‘sti lavori flessibili e via dicendo, no? Comunque non sono qui a parlare di mercato del lavoro o cose così. Semplicemente, giusto per sfizio, se volete anche voi ragionare su una nuova TV è il momento giusto di cominciare a guardarsi attorno. Anche solo per godersi Londra 2012 (alias le Olimpiadi) o Polonia-Ucraina 2012 (ovvero l’Europeo). O, perché no, un film in alta definizione.

Come scegliere un nuovo TV

Immagine generica di un nuovo TV

Giusto, che poi me ne dimentico, questo è uno dei famosi articoli di cui parlavo l’altro giorno: quelli sui migliori gadget tecnologici del 2011 e del 2012. Giusto per farci ammaliare dalla magia della tecnica, dopo quella del Natale. Quindi dopo aver visto i migliori notebook di fine 2011 affrontiamo i migliori TV del 2012.

Come? Dite che non ho abbastanza esperienza per parlarne? Oddio, forse un po’ di ragione l’avete anche voi. Dopo tutto ho deciso di non guardare la TV e di arrangiarmi con lo streaming, e con i cari vecchi DVD e Blue-Ray. Però, come dicevo sopra, non è affatto escluso un acquisto in occasione dei giochi di Londra. E, vista questa mia idea, un po’ mi sto guardando attorno per decidere con un minimo di cognizione di causa. E, magari, avere un TV in grado di gestire i flussi streaming bene, con una buona definizione.  Che poi alla fine è quello che serve a me.

Invece, senza finire a parlare delle mie idee personali, o delle mie necessità, vediamo di capire un po’ come scegliere un televisore, magari senza farci fregare, o ammaliare da qualche offerta tra virgolette irripetibile.  Per riuscirci possiamo interrogarci su 4 aspetti. Questi.

  1. LCD o Plasma
  2. Full HD
  3. 3D
  4. Extra

Cominciamo dal primo, il tipo di schermo che vogliamo utilizzare. Gli LCD sono gli schermi più economici, su questo non c’è dubbio. E quelli più utilizzati per gli schermi piccoli, sotto i 40 pollici. E’ la scelta ideale per chi vuole risparmiare, e di questi tempi non è affatto cosa di cui vergognarsi. Anche la mancanza di spazio spinge vero gli schermi LCD a discapito dei più grandi schermi al plasma. Plasma che è tecnicamente superiore, con neri resi meglio e colori più brillanti. Ma, penso per ragioni ingegneristiche (o forse no, onestamente non  è il mio campo) è abbastanza difficile trovare dei Full HD al plasma più piccoli di 40 pollici.

Full HD, che poi è la seconda questione a cui dobbiamo rispondere. Questione quasi retorica, dopo aver scelto di puntare sugli schermi al Plasma, o comunque su un display di grandi dimensioni. Con Full HD, tanto per capirci, si intende la possibilità di utilizzare un segnale 1080p, cioè la risoluzione più alta disponibile attualmente sul mercato commerciale. Non state a pensare che non conti la risoluzione: alla fine per alcune trasmissioni è fondamentale. Ora, lo sapete, io non impazzisco per lo sport e il calcio in Full HD pubblicizzato da Sky non mi interessa granché (forse è perché la mia squadra, il Lanerossi Vicenza, vinceva quando c’erano ancora le TV in bianco e nero…). Ma alcuni programmi danno il meglio di sé se visti ad alta definizione. E non parlo solamente dei documentari, giunti oramai ad un livello di spettacolarizzazione da fare invidia ad alcuni colossal hollywodiani, ma anche di telefilm o film. Un esempio tra tutti? Le scene in esterno di Breaking Bad: veri capolavori di fotografia, a mio parere. Ma questo è solamente uno dei casi in cui il Full HD risulta indispensabile per apprezzare appieno un programma, o una trasmissione. Strettamente legato al Full HD sono i cavi e le porte di input di uno schermo. Fondamentale è avere una porta HDMI da utilizzare per collegare il lettore Blue-Ray o le console di giochi. Altrimenti è tutto inutile, è come avere una Ferrari senza le gomme. (A proposito di Ferrari, vi consiglio la Formula 1 in Full HD: questo sì che è uno sport veramente meraviglioso in alta definizione. Sempre che vi piacciano le corse automobilistiche, beninteso).

Restando sempre nel discorso “definizione” non possiamo non considerare il 3D nella scelta di un televisore. Perché? Bé, al di là della moda lanciata da Avatar (o forse è meglio dire revival?) sono sempre più i film disponibili con questa tecnologia. Non tutti sono di buon livello, alcuni utilizzano il 3D solo perché è di moda senza coglierne le potenzialità. Ma alcuni film sono nati con questa tecnologia, e registri bravi riescono a non ridurre a mero artificio estetico un trucco tecnologico e spettacolare come questo. Un esempio, personale? Coraline, film animato a mio avviso sottovalutato dalla critica ma in grado di utilizzare il 3D in maniera organica alla narrazione. Bene, fosse anche solamente per quella manciata di film in grado di utilizzarla questa tecnologia merita una chance. Anche se si tratta di una chance costosa: inutile negare che un TV 3D costa molto di più rispetto a uno normale.

Oltre ai film 3D c’è un’altra cosa da tenere in considerazione quando ragioniamo sull’acquisto di un TV 3D: i videogiochi. Se ci piace giocare allora dobbiamo essere coscienti che nei prossimi anni saranno sempre più i produttori a puntare sulla terza dimensione. In questo senso uno schermo 3D è un’investimento, oggi, che sviluppare il sui potenziale nei prossimi anni. E, forse, questa prospettiva può rendere più facile l’utilizzo degli occhiali speciali che ci permettono di vedere in tre dimensioni.

Infine gli Extra. Dove per extra da tener presente intendo essenzialmente due cose. La prima la possibilità di navigare in rete, vedere film in streaming, chattare e videochiamare. Magari le ultime due cose non sono fondamentali ma le prime due direi di sì. La seconda cosa è la possibilità di collegare il TV all’impianto audio, al lettore Blue-Ray e DVD, al PC, tramite connessione Wireless. Forse è solo un vezzo mio, abbastanza poco diffuso, ma è un vezzo che fa risparmiare spazio e cavi.

Detto questo, stabilito quali sono le caratteristiche necessarie per decidere quali sono le migliori TV, dopo tutto ciò, ecco la mia classifica personale per il 2012. Ovvero i modelli da tenere d’occhio, e da acquistare sfruttando sconti e saldi.

1. Samsung UA55C9000 (3D)

Immagine del Samsung UA55C9000

2. Samsung UA40C7000

Immagine del Samsung UA40C7000

3. Sony Bravia 46NX700

Immagine del Sony Bravia 46NX700

4. Samsung LED 8000 (3D)

Immagine del Samsung LED 8000

5. LG Infinia LX9500

Immagine dell'LG Infinia LX9500

Le Migliori 5 TV di Inizio 2012 ultima modifica: 2012-01-02T21:45:45+00:00 da samuele

3 Commenti su "Le Migliori 5 TV di Inizio 2012"

  • A mio avviso andrebbero valutati anche altri parametri, ad esempio:
    Tipo di 3D, attivo o passivo e quanti hertz ha un pannello, inoltre da valutare se Led o full Nano led o Oled (prezzi proibitivi attualmente)
    davvero tanti i parametri e tanti i produttori, io attualmente consiglierei Philips serie 5500 o 6000
    hanno davvero tutto quanto si possa desiderare, mentre per i Plasma Panasonic con il suo Vt50 Regna Incontrastata (in generale dominante nel settore Plasma)

    Spero di esservi stato utile

  • ma fammi capire…i migliori tv del 2012 secondo te sono 4 modelli del 2010???!

Lascia un commento