2011 28/11

I Migliori 20 Software del 2011 per Linux

Migliori Software per Linux del 2011Siamo alla fine del 2011. Non so voi, ma quando inizio a vedere Milano prepararsi per il Natale inizio a rendermi conto di come un’altro anno sia finito. E, volente o nolente, inizia il tempo di fare un bilancio degli ultimi mesi. Ora, scommetto che il mio bilancio personale non vi interessi per nulla. Ma, magari, un bilancio un po’ più rigoroso di alcune questioni affrontate durante l’anno in queste pagine può essere una bella idea. Anche per metterci nelle condizioni di affrontare un 2012 che si rivelerà sicuramente interessante è giusto valutare le cose migliori, e peggiori dell’ormai vecchio 2011. Comincio, oggi, con il mio sistema operativo preferito (Linux, ovviamente) e i suoi migliori software. O, per dirla meglio, con l’elenco dei migliori software del 2011 per Linux.

1. Asterisk

Comincio con Asterisk. Forse non servirà a tutti, e chi utilizza il PC solamente per navigare, scrivere mail e vedere film in streaming probabilmente mi guarderà perplesso. Ma chi ha la necessità di gestire applicazioni complesse sa bene cosa significa poter contare su un programma decente. E Asterisk decente lo è. Ma a cosa serve, di preciso? A trasformare ogni computer in un piccolo server. O anche in un grande server, dato che alcune aziende di dimensioni mondiali lo utilizzano. Oltre a più di un governo.

2. OpenShot

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

Dai server ai video. Video che possono essere montati, mixati e migliorati. Praticamente tutto quello che ci serve per trasformare un video banale in un piccolo gioiellino di intrattenimento domestico. E anche se probabilmente non è lo strumento migliore per girare un film resta comunque un’attrezzo interessante nella sua semplicità.

3. Evolution

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

Se i primi due programmi sono di fatto abbastanza specialistici, questo e il prossimo si possono adattare a praticamente tutte le esigenze. Bé, Evolution è ottimo per chi naviga in internet e usa la mail per i più svariati motivi. Non importa se per lavoro o per altro, l’importante è poter gestire il proprio account (o i “propri” se ne avete più di uno” in tutta semplicità. E magari, visto che ci siamo, non incasinarci con il calendario o la lista delle cose da fare. Pare impossibile, eppure Evolution ci permette di farlo. E, a mio parere, ci riesce meglio di Google.

4. Getting Things GNOME

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

Forse questo apparirà meno intuitivo rispetto al programma precedente, ma siamo sempre nello stesso filone. Si tratta di un programma per Linux in grado di aiutarci nella gestione e nella cura dei nostri documenti. Come? Con un interessante sistema di tag e metadati in grado di catalogare e indicizzare tutto il contenuto che ci interessa. Forse, e dico forse, si adatta più alle necessità di chi utilizza il PC per creare lavori complessi. Ma se ben usato può comunque dare soddisfazione a chiunque.

5. GNU Hello

Torno nello specialistico con un software dal nome fenomenale: GNU Hello. Che poi non sarebbe altro che una versione evoluta del Ciao Mondo di fama imperitura. Ma al di là del saluto multilingue e personalizzabile di questo programma la questo programma la cosa importante è un’altra: la possibilità di utilizzarlo come modello per software più complessi. E come manuale d’istruzione per imparare ad utilizzare il C.

6. Clonezilla

Prima di rilassarci un’attimo con un gioco devo però consigliarvi un software fondamentale che non può mancare in nessun PC con Linux installato. Si tratta di Clonezilla, un programma che permette di clonare un disco fisso. O, se vogliamo dirla in termini più tecnici, di creare una copia di backup del nostro sistema. Di fatto possiamo salvare un’immagine di tutto quello che abbiamo in memoria, e conservarla al sicuro. Giusto per essere pronti ad ogni evenienza.

Tra parentesi, di Clonezilla esistono due versioni. La prima, quella più conosciuta, permette di creare la copia di backup di un PC. La seconda versione si può utilizzare su un server e impiegarla per clonare fino a 40 computer contemporaneamente. Ovviamente per chi gestisce reti si tratta di una comodità incredibile e di una cosa ottima.

7. Conquest

Interfaccia grafica di uno dei migliori giochi per Linux

Prima di passare ai prossimi programmi eccovi un gioco, come promesso. Tra tutti ho scelto uno strategico: Conquest. E’ ambientato in un futuro oscuro, per certi versi medioevaleggiante. Ma le armi che possiamo impiegare sono quanto di più moderno e fantascientifico possa esistere. Vi consiglio di non sottovalutare i vostri avversari, e di non dimenticare che il terreno cambia ad ogni partita. La combinazione di questi due fattori, oltre ad una dinamica di gioco avvincente, può essere causa di notti insonni, con ore trascorse nel tentativo di diventare il miglior comandante del mondo.

8. MyPaint

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

E dopo i sogni di gloria legati all’arte della guerra torniamo con i piedi per terra e concentriamoci sull’arte vera e propria. E in particolar modo su MyPaint. Non aspettatevi di trovare un editor complesso, o mille effetti speciali: questo è un programma pensato per chi sa veramente disegnare e vuole solamente avere a disposizione una tavolozza digitale.

9. Kontact

Forse avrei dovuto dare un’organizzazione diversa all’ordine di questi articoli: me ne rendo conto solo adesso. Perché? Perché Kontact stava bene all’inizio. Si tratta di un programma in grado di gestire appuntamenti, rubriche e liste di cose da fare. Comodo, sicuramente, ma più che altro semplice. Anche perché il drag-n-drop è implementato veramente bene e permette un passaggio rapido di informazioni. Anche all’interno di reti di PC.

10. Kile

Rapidamente: un buon editor TeX. Forse non si merita una posizione in questa lista ma è utilizzabile con tutti i sistemi operativi più diffusi. E questo per chi ha necessità di utilizzare diversi PC è fondamentale.

11. LibreOffice

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

Ne ho già parlato in diverse occasioni. Se vi ricordate mediamente LibreOffice appare quando parlo di PDF e di programmi da ufficio gratis. Bé, che dire, personalmente lo ritengo il miglior pacchetto di programmi da ufficio in circolazione. Meglio di Microsoft Office? Sì, a parte la gestione dei database. Ma, alla fin della fiera, Access è uno strumento abbastanza specialistico, e spesso non viene nemmeno aperto in molti uffici e in molte case.

12. GNOME-DO

Dopo un mostro sacro come LibreOffice vi consiglio un’applicazione piccola ma in grado di diventare irrinunciabile: Gnome-Do. E’ una versione per Gnome della LaunchBox: un’applicazione per trovare rapidamente file e programmi all’interno del PC, ed eseguire operazioni su di essi in maniera ultra rapida.

13. Open SSH

Altro strumento dedicato ai tecnici di Internet. Con un’attenzione particolare dedicata alla sicurezza. Forse è inutile ricordarlo, ma non sempre ci si fa caso. E spedire le proprie password a spasso per la rete è questione di un’attimo, se non si utilizzano bene alcuni strumenti. Open SSH presta attenzione a questo, tenta di rimediare ad eventuali errori di distrazione.

14. Chromium

Che dire di Chromium? E’ il browser di Google. Ed è quello che utilizzo io: penso sia il migliore, anche su Windows, il più veloce, il più stabile e il più sicuro. Ovvio che ve lo consiglio, no?

15. GIMP

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

Adesso, io non penso di fare sempre le scelte giuste. Ma alcuni programmi sono oggettivamente il meglio che uno possa desiderare. Almeno per il momento GIMP è l’unico software in grado di competere con Photoshop per potenzialità e strumenti a nostra disposizione. Con una differenza fondamentale: GIMP è gratuito.

16. VLC Media Player

Interfaccia grafica di uno dei migliori software per Linux

Come gratuito è anche VLC Media Player. Dire che si tratta di un semplice riproduttore per file video è riduttivo, anche se oramai la sua fama è indissolubilmente legata alla sua capacità di riprodurre praticamente ogni formato video, con o senza sottotitoli. Ma si può usare VLC anche per convertire video da un formato all’altro, per estrarre al colonna sonora da un film, applicare filtri ed effetti speciali ad un filmato. E molto altro ancora.

17. Pidgin

Ecco, Pidgin io non lo uso. Ma più che altro perché non mi serve: non utilizzo servizi di IM a parte Skype e Google Talk. Ma se utilizzassi AIM, MSN, Yahoo o frequentassi varie chat penso che mi deciderei a creare un account con Pidgin.

18. UNetbootin

Altro strumento fondamentale, se utilizzate diversi PC. Si tratta del modo migliore per creare un disco d’avvio di Linux, di qualsiasi distribuzione. L’utilizzo è semplicissimo: si inserisce una chiavetta USB nel PC, si fa partire UNebootin e si aspetta. Io praticamente lo uso due volte all’anno, quando installo la nuova versione di Ubuntu sul mio vecchio computer.

19. VMware

E’ uno dei metodi più semplici e puliti per eseguire un sistema operativo virtuale sul proprio computer. Possiamo creare una macchina virtuale su cui far girare programmi, o testare sistemi operativi nuovi. O, perché no?, semplicemente un’ambiente protetto in cui navigare, al riparo da virus e malware vari.

20. Calibre

Infine, ultimo ma non ultimo di questa lista, un programma in grado di gestire una biblioteca di eBook. E di aiutarci a crearne una personale a partire da documenti di formati diversi.

I Migliori 20 Software del 2011 per Linux ultima modifica: 2011-11-28T19:15:37+00:00 da samuele

Lascia un commento