Come Creare QR Code su Linux

di samuele

creare qr code su linuxTorno a parlare di QR Code. Già, dopo aver spiegato cosa sono, e come leggere i codici QR Code con il cellulare abbiamo visto assieme come creare i QR Code online e gratis. Che c’è da aggiungere? In realtà molte altre cose, a partire dai programmi che si possono utilizzare per creare questi codici bidimensionali, e di come scrivere il messaggio che ci interessa, e di come inserire l’indirizzo del nostro sito web o il nostro biglietto da visita. Oggi voglio presentare un software, gratis, che permette di creare QR Code personalizzati. Con una particolarità: è un programma per Linux, scaricabile direttamente con Synaptic di Ubuntu.

Come creare un QR Code con Linux Ubuntu

Scarica QRencode

esempio creazione qr code

Come Linux ci ha abituato, anche QRencode può essere utilizzato con un’interfaccia grafica o da linea di comando. Personalmente preferisco la seconda opzione, perché in definitiva è quella più semplice, anche se meno immediata. Vediamole entrambe, giusto per correttezza.

La finestra grafica del programma è semplicissima: due righe in alto da compilare e sotto lo spazio per il QR Code. Nella prima riga, Text, possiamo scrivere un indirizzo web, un messaggio, quello che vogliamo. Nel campo Pixel Size, invece, dobbiamo scrivere un numero: è la dimensione del QR Code che vogliamo creare. Ovviamente, più grande sarà il numero, più grande sarà il QR Code.

creazione qr code da shell

Se invece preferiamo, possiamo  utilizzare la shell di linux. I comandi da scrivere, in questo caso, sono molto semplici:

qrencode -o nomeimmagine.png ‘indirizzo o testo da inserire’

Il comando è abbastanza semplice, l’unica cosa a cui occorre prestare attenzione sono gli apici prima e dopo il messaggio da codificare. Se ce ne dimentichiamo il il programma andrà in confusione e potrebbe generare degli errori. Il risultato finale sarà simile a questo:

risultato da shell

La cosa più interessante della linea di comando è la possibilità di personalizzare il QR Code e alcune specifiche diverse rispetto alla versione grafica. Queste sono le opzioni e i comandi che possiamo utilizzare con QRencode:

  • -h, –help: mostra la guida e alcuni messaggi d’aiuto. -h visualizza solamente le opzioni disponibili.
  • -o FILENAME, –output=FILENAME: salva il QR Code come un’immagine PNG di nome FILENAME.PNG. Se aggiungiamo l’opzione -S avremo dei nomi costruiti sul modello di FILENAME-01.png, FILENAME-02.png,..
  • -s NUMBER, –size=NUMBER: specifica le dimensioni del QR Code. Il valore standard è 3.
  • -l {LMQH}, –level={LMQH}: specifica il margine di errore e di interpretazione del codice, a partire da L (lowest) fino a H (highest). Di default è impostato L.
  • -v NUMBER, –symversion=NUMBER: abbina un numero di versione al codice. Il valore preimpostato è 1.
  • -m NUMBER, –margin=NUMBER: stabilisce la larghezza del margine bianco. Il valore di default, 4, è solitamente sufficiente.
  • -k, –kanji: specifica che il contenuto del messaggio contiene caratteri kanji (shift-jis) per messaggi in giapponese.
  • -c, –casesensitive: tiene conto delle differenze tra caratteri maiuscoli e minuscoli.
  • -i, –ignorecase: indica ai programmi che interpretano i QR Code che si possono ignorare tranquillamente le maiuscole e le minuscole.
  • -V, –version: indica il numero di versione di QReconde e il copyright.

Come si può ben vendere dalla lista dei comandi la linea di comando è sicuramente il modo migliore per creare QR Code su Linux, personalizzandoli al massimo.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *