Confronto e Differenze tra Galaxy S5 e iPhone 5S

di samuele

Confronto e differenze tra Galaxy S5 e iPhone 5SOgni tanto mi trovo spaesato all’uscita dei nuovi modelli dei grandi marchi. Spaesato perché pare che si copino l’un l’altro, che se Apple introduce il lettore di impronte digitali su iPhone 5S allora è quasi scontato che lo faccia anche Samsung con il Galaxy S5. Ovviamente non è così, o non è solo così. Per quanto gli ingegneri Samsung possano essere geniali non bastano 5 mesi per copiare alcune tecnologie, testarle e metterle in produzione, se si vogliono mantenere standard elevati. Per questo preferisco lasciare da parte la diatriba su chi copia chi, abbracciando la tesi che grosso modo alcune così dette innovazioni sono nell’aria da così tanto tempo da rendere impossibile darne la paternità a un solo individuo o a una sola azienda. Sgomberare il campo da questa discussione dovrebbe rendere più semplice fare un confronto diretto tra Galaxy S5 e iPhone 5S.

Lo schermo

Immagine di un Galaxy S5 e un iPhone 5S a confronto

Se per confrontare gli schermi dei due dispositivi prendiamo in considerazione solo le dimensioni allora il Galaxy S5 di Samsung vince a man bassa con i suoi 5.1 pollici contro i 4 pollici dell’iPhone 5S. La risoluzione dello smartphone di Samsung è 1920 x 1080 Super AMOLED, quella del telefono di Apple è 1136 x 640. Però il display Retina resta comunque uno schermo straordinario nella sua nitidezza e luminosità.

I materiali, dimensioni e peso

Immagine di un Samsung Galaxy S5

Samsung utilizza a gran massa la plastica per i suoi dispositivi, Apple predilige l’alluminio. Entrambi i telefoni continuano la rispettiva tradizione, e nella pratica non c’è differenza. Le plastiche usate da Samsung sono resistenti quanto l’alluminio di Apple, e quest’ultimo è leggero come la plastica della casa coreana. Bisogna però ammettere che l’iPhone 5S appare più di classe, più solido quando lo si prende in mano. Ma è più un’impressione soggettiva che una reale differenza.

Come per molti altri telefoni nella stalla Samsung, il Galaxy S5 è un dispositivo di plastica sostanzialmente, con lo stesso materiale utilizzato per l’involucro posteriore come negli anni precedenti. L’iPhone 5S è un dispositivo solido con una parte posteriore in alluminio e le parti che si sente di classe in confronto.

Andando più nel dettaglio, iPhone 5S pesa 112 grammi, Galaxy S5 arriva a 145 grammi. Ma contando le differenze di dimensioni il peso specifico del prodotto Apple è più alto. Lo si nota facilmente affiancando i due telefoni. Il Galaxy S5 misura 142 x 72,5 x 8,1 millimetri, l’iPhone 5s 123,8 x 58,6 x 7,6 millimetri. Bizzarramente, l’iPhone è più sottile anche se non si direbbe dalle foto.

C’è un grande punto di forza nel Galaxy che lo rende adatto a più usi rispetto all’iPhone: il telefono di Samsung è completamente antipolvere e resistente ai liquidi. Ha anche una certificazione IP67, vuol dire che può arrivare anche a un metro di profondità in acqua. Magari immergersi in piscina è un po’ esagerato, ma portarselo dietro senza aver paura di rovinarlo per un paio di gocce è una bella cosa, si è più tranquilli.

I sensori

Immagine di un sensore di impronte digitali

Entrambi i telefoni usano un sensore di impronte digitali per garantire una maggiore sicurezza. Anche se la tecnologia utilizzata esiste da anni, e sui PC portatili è stata implementata da molto, Apple ha fatto scalpore qualche mese fa. Personalmente non la trovo questa grande innovazione, a meno di non avere necessità davvero peculiari. Ma tant’è, Samsung ha seguito l’esempio di Apple e entrambi utilizzano le impronte digitali come fossero password. Cambia solo un particolare: sul Samsung si deve strisciare il dito sul tasto home, sull’iPhone bisogna premere il dito. Ma alla prova pratica è la stessa cosa.

Samsung, oltre agli altri sensori oramai standard sui dispositivi di fascia alta, ha aggiunto un cardiofrequenziometro sul retro. Tenendo un dito premuto su di esso è possibile leggere la propria frequenza cardiaca, e può venire comodo in ambito sportivo.

Personalmente trovo bella questa attenzione sempre crescente della casa coreana verso l’ambito fitness, con gadget specifici e sensori incorporati nei vari modelli.

Il processore

Immagine di un iPhone 5S

Capire quale telefono è più veloce e performante è difficile. E’ difficile se li si prova entrambi contemporaneamente, ed è impossibile senza averli provati in contemporanea. Al di là delle ottimizzazioni software che possono cambiare completamente l’esperienza d’uso, in negativo e in positivo, c’è un problema strutturale. Nel senso che il Samsung Galaxy S5 e l’iPhone 5S usano processori con architettura completamente diversa.

Il Galaxy S5 sfrutta un processore Qualcomm Snapdragon 801 quad-core a 2.5 GHz, con 2 GB di RAM. Ed è un processore notevolmente più veloce e potente dei precededenti. Il telefono di Apple utilizza invece un processore A7 con architettura a 64-bit. In via teorica il più veloce è quest’ultimo, ma nella pratica le cose sono un po’ più complicate di così.

La fotocamera

Immagine dela fotocamera di un iPhone 5S

Sulla carta le fotocamere di Samsung sono decisamente di un livello superiore. La fotocamera posteriore è da 16 megapixel e permette di registrare video a 4k (UHD). L’iPhone 5S si ferma invece a “soli” 8 megapixel e a video con un limite massimo di 1080p. Quindi, teoricamente (e secondo me anche praticamente) la fotocamera posteriore del Galaxy S5 è superiore a quella dell’iPhone 5S. Resta solo da scoprire se la pratica corrisponde con la teoria, e di confrontare scatti fatti nelle stesse condizioni.

Per quello che riguarda la fotocamera anteriore anche qui il Galaxy supera l’iPhone: 2,1 megapixel con registrazione in 1080p per il Samsung contro 1,2 megapixel e registrazione in 720p. Però è anche vero che la fotocamera anteriore è usata solo per videochiamate. O per i selfie.

Conclusione

Foto generica di un iPhone

Quindi, quale dei due è il telefono migliore? Non lo so, e non lo si può dire. Il Samsung Galaxy S5 pare molto più orientato verso le funzionalità, l’iPhone 5S è senza dubbio più elegante e più pregiato. Però, penso, grosso modo sono equivalenti.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *