I Migliori 4 Antivirus Gratis per Linux

di samuele

antivirus gratis per linuxAbbiamo avuto più volte, sfortunatamente, occasione di parlare su queste pagine di antivirus. Abbiamo recensito i migliori antivirus, stilando anche una classifica, piaciuta a molti, dei migliori antivirus. Ma, come qualcuno ci ha fatto notare, abbiamo un po’ trascurato la difesa da virus per chi utilizza sistemi Linux. È ora di porre rimedi a questa pecca, affrontando l’annosa questione sull’utilità o meno degli antivirus in ambiente Linux. E, di conseguenza, una breve classifica dei migliori antivirus gratis per Linux.

Linux e antivirus: ha senso?

lista antivirus

Linux ha bisogno di un antivirus? Potremmo rispondere che non è necessario. O meglio, infettare un sistema Linux è molto difficile, ma questo non significa che non ci siano delle ottime ragioni per rinunciare ad un buon antivirus. Anzi.

Basti pensare che se noi usiamo regolarmente delle chiavi usb e sistemi Windows è molto probabile ritrovarsi con un per niente simpatico virus. Avere un computer con Linux per verificare le chiavette prima di inserirle nel sistema Windows ci permetterà di evitare una dannosa, oltre che fastidiosa, infezione.

Oppure, se utilizziamo un computer in dual boot tra Windows e Linux, possiamo ripulire, regolarmente, il nostro computer: usiamo gli antivirus che girano sotto Linux per pulire in maniera approfondita il computer anche dai virus di Windows.

I migliori Antivirus Gratis per Linux

Ma vediamo, rapidamente, quali sono i migliori antivirus che funzionano con Linux.

  1. Avast: forse è il migliore. Oltre ad avere un nome “very cool”, ha un’interfaccia grafica molto semplice e molto elegante. Facile da installare, richiede però una registrazione per poterlo usare. Esistono due versioni: una gratuita e una a pagamento. Pensiamo che per il normale utilizzo domestico, o per l’ufficio, la versione gratis sia più che sufficiente. L’aggiornamento dell’antivirus è quotidiano e avviene in maniera silenziosa e automatica. Utile anche la protezione per i file condivisi in reti p2p: eviterà di scaricare, con emule, un bel virus.
  2. BitDefender: in ambito Windows è uno dei migliori, e anche con Linux fa bella mostra di se; ma più per la poca concorrenza che per le sue effettive qualità. L’installazione è un po’ più complessa rispetto ad Avast, la grafica un po’ più bruttina (ma, qui pesa il proprio gusto personale). La licenza gratuita permette di utilizzare BitDefender per soli 30 giorni, poi è necessario rinnovarla. Non un gran fastidio, ma pur sempre una complicazione in più.
  3. ClamAV: completamente open source, è probabilmente il più famoso antivirus per Linux. L’utilizzo comporta una conoscenza della linea di comando, anche se esiste una semplice interfaccia grafica che permette di eseguire le operazioni fondamentali. L’installazione è semplice: basta utilizzare le repository. In sostanzialmente tutte le distribuzioni linux basta installare il pacchetto “clamtk” . L’utilizzo da linea di comando prevede l’istruzione “clamscan” , oppure usare il programma dal nome autoesplicativo: “Virus Scanner”.
  4. AVG: chiunque sia abituato ad usare AVG resterà profondamente deluso dall’interfaccia grafica di questo antivirus in ambiente linux. Perché? Non esiste; AVG è utilizzabile solo da linea di comando.

 

Questi programmi permettono di eseguire scansioni alla ricerca di virus di Windows. Usati regolarmente permettono una buona protezione dei nostri computer.

Ti potrebbe interessare

2 commenti

  1. Articolo interessante, non avevo mai pensato a proteggere linux con un antivirus perchè lo sempre ritenuto immune…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *