Convertitore file video in formato avi, mpg, 3gp, mp4, flv e mov

convertitore video

Capita spesso di trovarci davanti a file video in formati che non possiamo leggere con i player che abbiamo a dispozione, oppure capita che il video che abbiamo scaricato dalla rete è di un formato che non possiamo leggere con il nostro lettore DVD o DivX per la TV, o con il nostro cellulare o con gli altri dispositivi di lettura video che possiamo avere a disposizione. Gli esempi che potrei fare sono molteplici, ma mi fermo qui perchè il mio intento è solo farvi capire l’importanza di avere a disposizione un ottimo e semplice programma per convertire tutti i più popolari formati video nei formati di cui abbiamo bisogno. Quello che andiamo a vedere oggi è quindi l’ utilizzo di Prism, un convertitore di file video in formato avi e non solo!

Non spaventatevi, Prism non ha nessun costo, è gratis! Ed inoltre può convertire dai formati avi, divX, mpg, vob, wmv (formati Windows Media Video), 3gp (formato cellulare), flv (formato YouTube) e molti altri ancora, in formato avi, mpg, 3gp, mp4, flv, mov, asf e wmv. Può anche convertire i nostri DVD nei formati citati.

Prism non fa solo questo, ma molto altro, e allo stesso tempo è semplicissimo da utilizzare. Personalmente lo considero il miglior software per convertire velocemente i formati video.
Ma come dico spesso, bando alle ciance! Passiamo ai fatti! Eccovi il link per scaricare gratis il programma in questione:

Prism: convertitore file video in formato avi, mpg, 3gp, mp4, flv e mov

Scaricate il programma e installatelo (la procedura è molto semplice).

All’inizio dell’installazione vi comparirà una finestra dove vi verrà chiesto quale altro programma correlato volete installare. E si, perchè tramite Prism potrete installare anche altri otto utilissimi programmi. Ecco la finestra in questione:

Ed ecco quelle voci a che tipo di programma corrispondono:
Debut Video Capture Software: Registratore video tramite Webcam. Utile anche per catturare ciò che viene riprodotto o visualizzato sullo schermo del computer.
BroadCam Video Streaming Software: Streamer video che può trasmettere filmati dal vivo utilizzando una webcam o una videocamera ed un microfono.
EyeLine Video Surveillance Software: Programma di registrazione video impiegato per catturare e salvare filmati provenienti da oltre 100 videocamere.
Switch Audio Converter: Convertitore audio in diversi formati.
Express Burn CD Burner: Programma per masterizzare le registrazioni o i file su CD e DVD audio e dati.
Pixillion Image Converter: Convertitore di file immagine da e verso i formati gif, jpg, png, pdf e molti altri.
Photostage Slide Show Software: Programma che da nuova vita alle tue foto.
FlashLynx Video Download Software: Programma per scaricare i video online come quelli di YouTube e può convertirli nei formati avi, wmv, mp4 e altri ancora.

Questi sono tutti i programmi che è possibile installare insieme a Prism. Se non avete bisogno di nessuno di essi lasciate pure la finestra senza spulciare niente e cliccate su fine.
Vediamo ora la semplice operazione per convertire un file video in formato avi (o altri formati, vale sempre la stessa procedura) con Prism.
Appena lanciamo Prism vi si presenterà questa finestra:

Freccia numero 1: indica il primo passaggio da fare e cioè cliccare su “Aggiungi File” per inserire il file video da convertire.
Freccia numero 2: cliccare su “Sfoglia” per inserire il percorso dove vogliamo salvare il file da convertire. Se non lo cambiamo il file sarà salvato nella stessa posizione dove si trova il file da convertire.
Freccia numero 3: qui possiamo decidere in quale formato convertire il file video. Per default è selezionato il formato avi.
Freccia numero 4: ultimo passaggio con il quale partirà la conversione del file video.
N.B. E’ possibile che prima della conversione di un file Prism chiederà di poter scaricare dei componenti aggiuntivi. Date l’ok.
Questa è la semplice procedura per convertire i nostri file video nei formati desiderati.
Prima di lasciarvi vi mostro le principali caratteristiche di Prism.

– Converte i formati avi, mpg, vob, asf, wmv, mp4, ogm e tutti quelli che hanno un codec basato su DirectShow based codec, in formato AVI e Windows Media Video.
– Può caricare files di formato diverso e convertirli in uno stesso formato di destinazione.
– Se il video viene riprodotto senza problemi da “Windows Media Player”, allora sarà convertibile con Prism.
– Supporta tutti i dispositivi multimediali più diffusi, come PSP, iPod, lettori MP4, telefoni cellulari, XBox, PS3, i dispositivi Creative Zen e quelli iRiver.
– Mostra l’Anteprima dei file di origine e di quelli di destinazione prima di convertirli.
– Aggiunge file video direttamente dai DVD.
– Imposta le velocità di compressione/codifica dei file di destinazione.
– Imposta la risoluzione e la velocità dei fotogrammi dei file di destinazione.
– Imposta la dimensione desiderata dei file di destinazione.
– Integrato con Express Burn Plus per masterizzare i file su DVD.
– Prism può essere aggiunto al menu pulsante destro per l’accesso facilitato.
– Può essere eseguito dal Prompt dei Comandi per automazione con altre applicazioni.
– Può essere usato in combinazione con PhotoStage per creare presentazioni con i vostri video e le vostre immagini.
– Il convertitore video Prism possiede un’ interfaccia intuitiva e facile da usare.

Requisiti di sistema: Windows 98/2000/XP/2003/Vista

Ed ecco il link del sito dove troverete maggiori informazioni su Prism e sulla sua versione Plus.
Questo è tutto! Prism è un ottimo software, facile da usare ed utilissimo. Se decidete di provarlo ditemi nei commenti cosa ne pensate.

Continua...

Scaricare file peer-to-peer da rete emule e torrent con un unico programma


lphant
Dopo aver parlato e linkato i migliori siti da dove prelevare file eMule e file Torrent sicuri, risulta un pò difficile, se non impossibile, usare le due reti contemporaneamente per scaricare file peer-to-peer.

Per questo problemuccio ci viene in aiuto un programma molto utile per gestire sia la rete emule che la rete torrent. Il programma in questione è Lphant.

Lphant è un client p2p di nuova generazione capace di gestire sia la rete eMule che la rete torrent contemporaneamente. Il software dopo l’installazione presenta delle pubblicità al suo interno un pò fastidiose direi, per ovviare questo problema si può scaricare la versione senza pubblicità dal noto sito www.p2pforum.it.

Il pregio principale di lphant consiste nel fatto che uno stesso file peer-to-peer può essere scaricato nello stesso tempo sia da reti eMule che da reti Torrent in modo da aumentare vertiginosamente le fonti e di conseguenza la velocità in download.

Le varie versioni presenti sul sito p2pforum sono:

Lphant 2.00 beta1 senza adware
Lphant 2.00 beta2 senza adware
Lphant 2.00 beta3 senza adware (con ipfilter)
Lphant 2.00
con adware
Lphant 2.01 con adware(esiste una versione senza, la mettero dopo)
Lphant 2.1 senza adware
Lphant 3.00 dentro l’installazione, da deselezionare quando si installa il programma
Lphant 3.01 dentro l’installazione, da deselezionare quando si installa il programma
Lphant 3.50 beta 1(con kad) dentro l’installazione, da deselezionare quando si installa il programma
Lphant 3.50 versione finale
dentro l’installazione, da deselezionare quando si installa il programma

Ho linkato le diverse versioni in questo articolo per comodità, ma per essere sempre aggiornati sullo sviluppo di questo utile programma per scaricare file p2p vi consiglio, di tanto  in tanto, di sbirciare la sezione del forum dedicata a lPhant.

Continua...

Guida: come inserire un video su YouTube

youtubeTorniamo sull’argomento YouTube. Poco tempo fa’ vi ho descritto quali sono i siti e i programmi per scaricare video da YouTube, ora vediamo invece come mettere i video su YouTube.  Per poter cominciare bisogna essere iscritti, perciò andiamo nella Home di YouTube e clicchiamo sulla voce “Registrati” situata in alto a destra. Compiliamo i campi, diamo l’ok e andiamo a cliccare sulla voce “conferma il tuo indirizzo email” che troviamo nella email che ci viene inviata. Adesso siamo pronti, possiamo cominciare a caricare il nostro video su YouTube. Vediamo come fare.

Ora che siamo registrati e loggati andiamo a cliccare sul pulsante giallo in alto a destra “Carica Video”. Ci comparirà la prima schermata:

Caricamento video su YouTube

(passaggio 1 di 2)

Qui andiamo ad inserire il titolo del video, la descrizione, i tag, le “Opzioni di diffusioni” e cioè se vogliamo che il video non sia pubblico ma visualizzabile solo da noi e massimo altre 25 persone di nostra scelta, le “Opzioni data e mappa” dove possiamo inserire alcuni informazioni sul video e cioè il luogo dove è stato registrato e la data, ed infine le opzioni di condivisione dove possiamo scegliere se il video può essere commentato, se i commenti possono essere votati, se ci possono essere video di risposta, se è possibile votare il video, se i siti esterni possono incorporare e riprodurre il video e se i video possono essere diponibili per cellulari e TV. Compilati questi campi possiamo proseguire cliccando su “Carica un video” in basso. Ci comparirà la seconda schermata:

Caricamento video su YouTube

(passaggio 2 di 2)

Qui andiamo ad inserire il nostro video, clicchiamo su “Carica Video” e attendiamo il caricamento che potrebbe richiedere alcuni minuti.

Finito! Se è andato tutto bene vi comparirà la scritta: Caricamento Video – Caricamento Completato.

Per chiudere vi ricordo che il caricamento di materiale che non è di tua proprietà costituisce una violazione del copyright ed è perseguibile a norma di legge. Se carichi materiale che non è di tua proprietà, il tuo account sarà eliminato.

Continua...

In arrivo wordpress 2.7, nuove immagini della dashboard


wordpressWordPress è la piattaforma più utilizzata al mondo per il blogging, molti blog autorevoli sono stati sviluppati sotto la wordpress, anche elettroaffati.it 🙂 .

Ora, siamo alla versione 2.6.2 ma ben presto ci troveremo davanti la versione wordpress 2.7 con una nuova dashboard ridefinita nello stile e nelle funzioni.

Un pò di immagini della dashboard:

click per ingrandire l’immagine

Il rilascio della piattaforma avverrà(stando a quanto scritto in rete dai siti non ufficiali) entro i primi 10 giorni di novembre.

Vediamo alcune delle novità più succose del nuovo wordpress 2.7:

– API dei Commenti – Permetteranno agli sviluppatori di creare nuove potenti opzioni per i commenti ed agli sviluppatori di plugin di crearne di nuovi ed interessanti.

– Scorciatoie da tastiera per la moderazione dei commenti – con lo scopo di rendere la gestione dei commenti ancora più veloce.

– API aggiornamento temi –  Il sistema di aggiornamento dei plugin è stato realizzato semplicemente con l’aggiornamento delle API di aggiornamento dei plugin. Con la nuova directory dei temi di wordpress che avrà in futuro un peso pari se non superiore a quella dei plugin, anche un sistema di aggiornamento dei temi si prospetta all’orizzonte, anche se personalmente credo verrà meno utilizzata visto che spesso i temi subiscono una personalizzazione da parte degli utenti, cosa che non accade, se non raramente coi plugin.

– Bacheca e riquadri di scrittura rioganizzabili – UNa dashboard complemente gestibile e rioganizzabile da parte dell’utente è una delle richieste più popolari di sempre..

– Sitemap nel codice – Praticamente tutti utilizzano il sitemaps plugin che svolge un ottimo lavoro, avere questa funzione dnel codice di wordpress aiuterà molti blogger a indicizzare meglio il proprio sito oltre a migliorarne la velocità di esecuzione.

– Albero dei commenti – Possibilità di organizzare i commenti per thread e non sequenzialmente, utile per molti ma non per tutti.

– Modifica degli articoli in batch – una funzione notevolmente potente. La possibilità di modificare gruppi di articoli assegnando una categoria o elimenandola ecc è certamente una funzionalità potente che spesso può essere utile, sopratutto se si potrà cambiare anche il testo magari cambiando uan serie di URL con altre, un termine con un altro etc.

 

Continua...

Test velocità connessione internet (Adsl, Adsl 2, Dsl, Umts, etc..)

Che connessione avete? Adsl? Fibra ottica? Umts? E quanti megabit in download? 2, 4, 7, 20??? Ma ne siete veramente certi? Siete veramente sicuri che la velocità di connessione indicata dal vostro provider corrisponda effettivamente alla reale velocità di cui disponete? Avete mai fatto un test di verifica che misura la vostra effettiva velocità di connessione internet? Se la vostra risposta è no credo che troverete questo articolo molto interessante visto che vi spiegherò come fare e quali siti visitare per effettuare un controllo per testare la velocità della connessione Adsl, Adsl 2, Dsl, Umts, Gprs, Edge, Fibra Ottica, Isdn e 56k.

Esistono tanti siti che offrono un servizio per misurare la velocità della vostra linea. Prima vi parlerò di quello che ritengo più affidabile e vi spiegherò la semplice procedura per effettuare il test velocita, e poi vi elencherò altri siti che offrono lo stesso servizio.

Test velocità connessione internet – Speedtest –

Il sito in questione di nome Speedtest ci presenterà, all’apertura e caricamento della pagina, una mappa dell’Europa dove dovremo andare a selezionare la piramide più vicina a noi. Ci sono quattro piramidi in Italia: Torino, Brescia, Roma e Reggio Calabria. Come potete vedere in figura io sto selezionando quella di Roma che è la più vicina a me:

Fatto ciò partirà il test di velocità di connessione che durerà alcuni secondi. Terminato vi apparirà una schermata ed in particolar modo un riquadro che vi mostrerà i risultati del test della vostra connessione internet.

Semplicissimo! Come potete vedere effettuando il test di velocità della mia Adsl Alice Telecom 7 MegaBit/s ho come risultato 375 Kb/s!

I 7 MegaBit/s che ci promette Telecom dovrebbero corrispondere a 7000 Kb/s.

Ormai sono abituato a vedere risultati del genere con tutti i tipi di Adsl che ho avuto. E contando che sto effettuando il test alle ore 13:00 circa, ormai mi sembra normale avere questi risultati. Infatti in questi orari non si dispone mai della piena banda. In alcuni casi nemmeno della banda minima garantita dal  nostro provider. Se volete fare un test più veritiero della vostra connessione internet dovete farlo sul tardi la sera. Infatti facendo il test verso le 23:00-24:00 avremo dei risultati che più si avvicinano alle reali cifre di download e upload che il nostro provider ci offre.

Vi lascio ora con la lista degli altri siti che ci offrono lo stesso servizio per testare la connessione internet.

Non vi spiego come fare per ogni sito, visto che la procedura è molto semplice ed intuitiva.

Lista siti che effettuano il test della connessione internet:

Continua...

FormatFactory, programma per convertire formati audio e video


formatfactoryDa quanto tempo sei alla ricerca di un programma per convertire formati audio e video?

Ecco il programma che fa per te, FormatFactory infatti permette di convertire, gratis, mp4, 3gp, avi, mpg, flv, wmv, swf e tanto altro ancora.

Il programma è completamente freeware, vediamo in particolare cosa è in grado di fare:

Formati supportati:

– Audio: MP3, WMA, AAC, MMF, AMR, M4A, OGG, MP2, WAV

– Dispositivi video portatili; 3GP e MP4 iPhone, PSP,BlackBerry, Zune ed AVI per iRiver e MeiZu

– Video: mp4, 3gp, avi, mpg, wmv, flv, swf

– Immagini: JPG, PNG, ICO, BMP, GIF, TIF, PCX, TGA

– Video CD e DVD: DVD, Video CD,  ISO e CSO.

Per essere ancora più capillari nella conversione il programma mette a disposizione la configurazionedei singoli parametri.

Opzioni Video

– dimensioni

– proporzioni aspetto

– codifica video

– FPS

– bitrate

Opzioni immagini

– etichetta

– dimensioni

– rotazione

Opzioni Audio

– campionamento

– canali e codifica

– bitrate

Supporta la funzione dvd ripper.

Che dire ottimo programmino di conversione audio video per i lavoretti fai-da-te.

Continua...

Ottimizzare la memoria Ram sotto un pc windows (xp o vista)


Ormai è risaputo, windows è un sistema operativo ghiotto di RAM, non tanto xp quanto windows vista.

Facciamo un pò di chiarezza, la ram per chi non lo sapesse è la memoria a breve termine del computer dove vengono effettuate la maggior parte delle operazioni, a differenza dell’hard disk, la ram è molto più veloce e permette l’accesso in modo random (random access memory). Questo tipo di memoria viene detta a breve termine perchè non ha la capacità di memorizzare definitivamente le informazioni, infatti quando il pc viene spento i dati verranno persi.

Windows utilizza questa memoria fino all’ultimo blocco disponibile, quando non ha più spazio inizia ad usare l’hard disk come “ram” (swap), quindi voi capirete che l’hard disk è molto più lento in termini di velocità rispetto alla ram e di conseguenza il computer inizia a rallentare le operazioni che andrà ad effettuare.

Dato che la ram è un punto cruciale per un sistema operativo, è cosa saggia quando comprate un pc, far mettere più ram possibile, specialmente se volete installarci sopra windows vista.

Windows ha la gestione della ram un pò incasinata, dico questo perchè per più di 3 anni ho utilizzato linux e mi sono accorto della differenza abissale che passa tra il pinguino e il prodotto di casa microsoft.

Ora, per cercare di correggere questo problema e ottimizzare la  ram sotto un sistema operativo windows in modo da avere un pc più performante, vi consiglio di utilizzare questo semplice tool che funziona un pò come uno spazzino, Cleanmem, si avvia in modo automatico e in background quindi voi non noterete niente, consuma pochissima memoria ram ed effettua la pulizia ritornando al sistema operativo la memoria dei processi non più utilizzati.

Questo è un tool da usare per sistemi un pò vecchiotti, infatti con pc nuovi si noterà pochissimo la differenza perchè ormai quasi tutti sono equipaggiati di 4 giga di ram.

Continua...

Recupero password dimenticata di Msn Messenger e simili

password recuperoNome utente, password, codice di autorizzazione e chi più ne ha, più ne metta! Sappiamo che oggi avere a che fare con internet e con il computer in generale richiede da parte nostra una gran memoria per ricordare tutti i parametri con i quali ci iscriviamo ad un determinato servizio. Almeno che non ci segnamo sempre tutto da qualche parte diventa davverto difficile memorizzare ogni nome utente e password. Alzi la mano chi non ha mai dovuto fare un recupero password o ha dovuto riscriversi a qualche servizio perchè aveva dimenticato la password. Vi voglio dunque dare la mia dritta odierna per rimediare almeno in parte al problema in questione.

Grazie a MessenPass infatti potrete recuperare le password dei principali programmi di messaggistica istantanea. MessenPass è un semplice strumento di recupero dati, un programma per trovare password delle seguenti applicazioni:

* MSN Messenger
* Windows Messenger (In Windows XP)
* Windows Live Messenger (In Windows XP e Windows Vista)
* Yahoo Messenger (Versions 5.x and 6.x)
* Google Talk
* ICQ Lite 4.x/5.x/2003
* AOL Instant Messenger v4.6 or below, AIM 6.x, and AIM Pro.
* Trillian
* Miranda
* GAIM/Pidgin
* MySpace IM
* PaltalkScene
* Digsby

Usare MessenPass è semplicissimo, non necessita neanche dell’installazione. Potete direttamente far partire il piccolo programma trova password semplicemente cliccando sul file mspass.exe contenuto nel file zip che scaricherete.

Programma per il recupero password dimenticata di Msn Messenger e simili:

 

MessenPass Download

Scaricate il file mspass.zip, estraetelo e cliccate su mspass.exe. Si aprirà una piccola finestra come questa qui sotto che vi mostrerà quattro colonne contenenti i nomi dei programmi di messaggistica istantanea che utilizzate, il relativo protocollo, il nome utente e la password.

Semplice no? Ora potete anche salvare tutti questi dati in un file Html o in un file di testo (txt) cliccando sull’icona con il famoso dischetto per il salvataggio. Qualcuno potrebbe pensare di poter utilizzare questo programma per rubare le password di Msn Messanger o degli altri instant messenger ma vi dico subito che MessenPass può scoprire le password solo sui computer dove risiede. Quindi almeno che non vi portiate il programma con voi e lo usiate sul computer del malcapitato, trovare le password altrui con MessenPass non è possibile.

Se ritenete di aver fatto una buona scoperta grazie a questo articolo e volete continuare a seguire le mie “dritte” vi consiglio di iscrivervi ai Feed Rss del sito.

Continua...

Che cos’è il phishing e come difendersi dai malintenzionati

phishing

Dopo l’articolo della mail phishing, voglio informare i lettori di ElettroAffari e metterli in guardia davanti a un fenomeno che froda migliaia di persone. Purtroppo in Italia risultano parecchi casi di pishing per il solo fatto che gli utenti non sanno riconoscere questa tecnica fraudolenta.

 

Definizione Phishing:

In ambito informatico il phishing (“spillaggio (di dati sensibili)”, in italiano) è una attività illegale che sfrutta una tecnica di ingegneria sociale, ed è utilizzata per ottenere l’accesso a informazioni personali o riservate con la finalità del furto d’identità mediante l’utilizzo delle comunicazioni elettroniche, soprattutto messaggi di posta elettronica fasulli o messaggi istantanei, ma anche contatti telefonici. Grazie a messaggi che imitano grafico e logo dei siti istituzionali, l’utente è ingannato e portato a rivelare dati personali, come numero di conto corrente, numero di carta di credito, codici di identificazione, ecc.  

Il funzionamento del phishing è molto semplice, infatti i malintenzionati mandano una mail all’utente con il logo e tutti i particolare della società presa di mira, dove suggeriscono un link da seguire per poi inserire i dati personali, come password  di carte di credito. Vi faccio un esempio lampante, una e-mail mi è stata recapitata nella mia casella di posta elettronica proprio qualche settimana fa, che ora vi riporto per farvi rendere conto da dove prendere spunto per capire che si tratta di phishing:

1) l’indirizzo del mittente non è assolutamente veritiero, infatti non è un indirizzo di poste.it

2) Prima di cliccare sul link senza pensarci su due volte, controllate il metodo di trasferimento dei dati sul link proposto. I link protetti, come dovrebbe essere in questo caso, devono avere come metodo di trasferimento https:// e non http://, “s” sta per security.

3) Di solito queste e-mail contengono parecchi errori ortografici e semantici.

Come difendersi:

Ricordate che le grandi società quali banche, poste, ebay, paypal non richiedono mai l’inserimento della vostra password tramite mail, al massimo vi manderanno una lettera cartacea informandovi del problema.

I nuovi browser di navigazione usano il filtro anti-phishing che vi blocca nel qualcaso abbiate cliccato su uno di questi links.

Se vi arriva una mail del genere non cliccate assolutamente sul link, ma contattate il diretto interessato chiedendo maggiori informazioni a riguardo!

Per essere costantemente aggiornati su questo fenomeno, fate riferimento ad un noto sito italiano in materia, al suo interno troverete tutte le ultime tecniche fraudolente: Clicca qui per il Link!

Spero di essere stato d’aiuto a qualcuno, in caso ci siano altri particolari da sapere potete suggerirli nei commenti.

Continua...

Trucchi GTA San Andreas per PS2, per PC e per XBox

trucchi gta

Sono molto affezionato al famoso videogame Grand Theft Auto. Ricordo che ci giocavo fin dal primo episodio con il mio pc che montava un pentium 1. Ho poi continuato con tutte le serie nel corso degli anni. Non me ne sono persa una. Di solito cominciavo con il single player, terminavo tutte le missioni e poi, una volta che la città era mia, cominciava per me il vero spasso. Cercavo sul Web la lista di tutti i trucchi,  la stampavo e cominciavo a provarli tutti.

Facevo dei veri e propri massacri di poliziotti e civili utilizzando tutte le più potenti armi che GTA metteva a disposizione. Esplosioni, incidenti, inseguimenti, c’è davvero da divertirsi! Non prendetemi per un potenziale serial killer, GTA è questo. Avere a disposizione l’intero arsenale devastante e contemporaneamente potersi proteggere con armature, oppure far spuntare mezzi corazzati, elicotteri, veicoli speciali e tanto altro ancora, era ed è decisivamente da provare se comprate ed installate Grand Theft Auto. Tutto questo è possibile naturalmente utilizzando dei trucchi. Non troverete infatti tutto quello che vi ho descritto dietro il primo palazzo, pertanto è necessario utilizzare i trucchi se volete divertirvi con tutto quello che mette a disposizione ogni capitolo della serie di GTA. Qui vi illustrerò tutti i trucchi per l’ultimo GTA.

Vi elenco dunque tutti i trucchi di GTA San Andreas per PS2, per PC e per Xbox.

Poichè la lista che seguirà è lunghissima, e sicuramente se state leggendo questo articolo sarete interessati ai trucchi di una sola delle tre piattaforme con cui è possibile giocare a GTA, vi scrivo qui tre link per raggiungere con rapidità quella che vi interessa:

Trucchi GTA San Andreas per PS2

Trucchi GTA San Andreas per PC

Trucchi GTA San Andreas per XBox

Fonte: GTAnetwork

Continua...