Brothers in Arms: Hell’s Highway presto in arrivo

di LaZar

La Ubisoft e il team di sviluppo Gearbox Software dopo continue smentite e rinvii annunciano finalmente la data di pubblicazione della famosa serie Brothers in Arms.

Il 23 Settembre è la data tanto attesa. Non è ancora stata dichiarata invece la data di uscita nel nostro paese. Sarà disponibile per Pc, Xbox 360 e Playstation 3

Ancora una volta sarà ambientato nella seconda guerra mondiale e secondo alcune indiscrezioni si tratterà di un videogioco molto cruento grazie alla perfezione della grafica.

Brothers in arms, Hell’s Highway è basato su un evento specifico di quel conflitto: l’operazione Market Garden, progettata dal generale inglese Montgomery alla fine del 1944 con l’obiettivo di stabilire il controllo alleato sui ponti del Reno, della Mosa e del Waal. La strategia alleata era quella di atterrare in Olanda per poi penetrare in territorio tedesco. L’Hell’s Highway cui fa riferimento il titolo è proprio il corridoio tra Eindhoven e Arnhem che le truppe avrebbero dovuto attraversare per sfondare in Germania. L’operazione ebbe un esito fallimentare: fu l’ultima vittoria nazista e fece circa 8000 morti.

Le vicende narrate nel videogioco sono quelle della 101ª Divisione Aviotrasportata statunitense che effettivamente prese parte al piano di Montgomery. I protagonisti del game sono quattro giovani militari Baker, Corrion, Dawson e Laroche che devono fronteggiare l’inespettato contrattacco nazista a quella che doveva essere un’operazione che doveva cogliere di sorpresa i tedeschi. A loro disposizione hanno quattro tipi diversi di armi, ma servirà soprattutto un gran lavoro di squadra per cercare di soppravvivere alla guerra.

La crudeltà della guerra è il tasto su cui gli sviluppatori sembrano puntare di più, con la scelta non casuale di dare riferimenti storici precisi alle vicende che si dipanano in console. La sofferenza e le vittime della guerra vera trovano nel gioco degli omologhi che hanno una missione più importante da compiere, oltre a quella dettata dagli alti gradi militari: quella di mettere il mondo, e in particolare, i giovani di fronte all’aspetto più assurdo della guerra.

E’ sicuramente da provare! Non credete?

Fonte: TGcom

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *