Router WiFi 3G Portatili: a cosa servono e quali scegliere

di samuele

Ci sono molte situazioni in cui serve una connessione internet. Non sempre, è vero, è fondamentale connettersi alla rete ma spesso sì. Quando si prenota un viaggio o un albergo, si risparmia; utilizzando i siti come Groupon si spende meno in molte situazioni. E quando serve un’informazione, o si lavora a un progetto, essere collegati a Internet rende tutto più facile, veloce ed efficace. Di contro, però, non si può avere una connessione diversa per ogni dispositivo.

A casa, e in ufficio, per fortuna, ce la si può cavare con un’abbinamento flat e un router WiFi, magari anche con un ripetitore WiFi per amplificare il segnale wireless. Quando però si è in viaggio, o si deve lavorare in qualche situazione particolare si deve ricorrere, per forza di cose, alla connessione del proprio smartphone. Ecco, magari può valere la pena utilizzare il tethering wifi di uno smartphone Android, o di un iPhone, se è un’urgenza. Ma se capita di averne spesso bisogno allora conviene iniziare a pensare all’acquisto di un router WiFi 3G portatile.

Ma cos’è un router WiFi 3G portatile?

Beh, in parole povere è un dispositivo, che funziona a batteria, in cui inserire una scheda SIM. La SIM si collega alla rete telefonica, il router trasforma il segnale telefonico in segnale WiFi. In questo modo basta utilizzare il WiFi del PC, o del telefono o del tablet per connettersi al router e per navigare. Esistono vari modelli, alcuni prevedono l’inserimento della scheda SIM direttamente nel router, altri l’utilizzo di una chiavetta internet USB da collegare. Ovviamente dipende dalle propri esigenze decidere quale modello utilizzare.

I vantaggi dei router 3G

Come ogni cosa anche i router WiFi 3G portatili hanno vantaggi e svantaggi. Cominciamo dai primi, i vantaggi:

  1. non serve installare driver particolari sui dispositivi connessi tramite WiFi; di conseguenza non ci sono problemi di compatibilità tra sistemi operativi diversi.
  2. si possono comprare tablet e dispositivi più economici: un iPad WiFi costa meno di un iPad 3G, ed è così per tutti i diversi device elettronici in commercio.
  3. basta avere una sola SIM con un solo contratto e un solo piano dati Internet: si risparmia sul costo di abbonamento e sulle ricariche. Ci sono piani dati da 20 euro che offrono traffico in abbondanza, o anche più economici, adatti proprio per un utilizzo in situazioni particolari o comunque limitate nel tempo.
  4. un solo router WiFi 3G portatile permette a più dispositivi e a più persone di connettersi e di navigare in rete.
  5. i router WiFi sono leggerissimi, pesano circa 100 grammi e possono essere portati sempre con sé, senza particolare ingombro.

Questi sono i vantaggi dei router 3G portatili, ma ci sono anche degli svantaggi. In particolar modo:

  • un router wifi 3G portatile funziona a batteria, e di solito non ha un’autonomia superiore alle 4 o 5 ore. E’ però vero che di solito utilizzano una presa micro USB per ricaricarsi, e che basta una presa a parete, o un cavetto per collegarlo al PC, per ricaricare rapidamente il router.
  • il prezzo è più alto di una comune chiavetta internet. Però è anche vero che una chiavetta internet funziona solo su un dispositivo alla volta, un router WiFi offre più connessioni contemporaneamente.

Quale router WiFi 3G scegliere: TP-LINK M5350 Pocket Hotspot 3G

Dopo aver capito a cosa serve un router 3G resta solo da scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze. Personalmente consiglierei due modelli, entrambi disponibili in Italia, e che si possono trovare sia nei negozi fisici che in quelli online, come Amazon.

Il primo è il TP-LINK M5350 Pocket Hotspot 3G, venduto, in offerta, a 60 euro da Amazon. Il prezzo pieno è vicino ai 100 euro, e anche a quel prezzo sarebbe comunque un buon affare.

Sono tre le caratteristiche interessanti di questo modello:

  1. la batteria da 2000 mAh permette di avere un’autonomia di 6-8 ore
  2. la possibilità di connettere fino a 10 dispositivi diversi, senza bisogno di configurazioni particolari
  3. la capacità di utilizzare la rete HSPA per raggiungere una velocità di 21.6 Mbps in download, e di 5.76 Mbps in upload

Il peso è contenuto, 50 grammi, e il design è abbastanza elegante da permettere un utilizzo in pubblico anche in situazioni ufficiali, o di lavoro.

Quale router WiFi 3G scegliere: Huawei E5220 3G WiFi Router

Un po’ più economico, se non si trovano offerte, è il modello proposto da Huawei, il Huawei E5220 3G WiFi Router. Amazon lo vende a 65 euro circa, con le spede di spedizione incluse. Rispetto al modello di TP-LINK, questo router WiFi 3G portatile ha una batteria più piccola, da 1500 mAh: dura dalle 4 alle 6 ore. Si possono connettere meno dispositivi, solo 5, però la velocità di navigazione è la stessa. Personalmente lo trovo meno bello, dal punto di vista estetico, ma il display utilizzato è più chiaro e più intuitivo, e molti lo trovano più semplice da utilizzare e da configurare.

Prima di concludere va comunque ricordato che la velocità di navigazione in Internet con un router WiFi 3G è sempre legata all’operatore telefonico utilizzato. Di conseguenza, se ci si ritrova in un’area dove non arriva la rete 3G, o deve il traffico dati è congestionato, sarà impossibile connettersi alla rete e navigare. Esattamente proprio come quando si utilizza un cellulare o uno smartphone.