Guida a XBMC: Caratteristiche, Installazione e Configurazioni

di samuele

Guida a XBMC con caratteristiche, installazione e configurazioniSe bazzicate qualche sito di informazioni legate alle novità tecnologiche avrete sicuramente sentito parlare di XBMC. Sono oramai dieci anni da quando un piccolo gruppo di programmatori ha cominciato a lavorare al progetto di un sistema multimediale completo e gratuito. E negli ultimi tempi i loro sforzi sono stati largamente ricompensati: tramite XBMC possiamo riprodurre praticamente tutti i formato video esistenti, in streaming o in locale, controllare TV e impianti audio con un semplice telecomando, trasmettere online i nostri filmati per poterli vedere in qualsiasi luogo e momento. E, cosa ancora più importante, possiamo farlo spendendo anche solo 20 o 30 euro, il costo di alcuni mini PC dalle dimensioni di una chiavetta USB. Oppure non spendere proprio nulla, basta installare e configurare XBMC su un PC con Windows o Mac OS X, oppure su smartphone e tablet Android, iPhone e iPad.

Scaricare XBMC

Download | XBMC

Immagine di tutti i sistemi operativi per i quali è disponibile il download di XBMC

La prima cosa da fare è procurarsi la versione più aggiornata di XBMC. Da poco è uscita la numero 12.00 chiamata Frodo. Sul sito ufficiale del progetto possiamo trovare i sorgenti da compilare noi stessi, ovviamente per i più smanettoni. Ma io ho preferito scegliere la strada più semplice e scaricare direttamente la versione pronta per il mio PC.

Una parentesi: se volete potete utilizzare XBMC anche con un mini PC a base Android, o uno smartphone. L’unica cosa che vi raccomando è di leggere prima la guida perché in questo caso la procedura può essere più complicata. E per alcuni modelli c’è anche da mettere mano a qualche riga di codice per ottenere tutte le funzionalità.

Le caratteristiche principali di XBMC

Immagine di una schermata di XBMC

Ma quali sono i punti di forza di questa applicazione multimediale? Senza entrare troppo nel dettaglio e utilizzando termini semplici possiamo riassumere così le caratteristiche di XBMC:

  • possibilità di riprodurre tutti i file audio e video;
  • capacità di leggere CD e DVD direttamente su disco e, meglio ancora, anche da immagine (ad esempio i file ISO);
  • una delle migliori librerie in grado di analizzare il file e di recuperare automaticamente in internet copertine, descrizioni, informazioni e anche eventuali fanart;
  • playlsit e funzioni slideshow;
  • capacità di sfruttare internet per ricevere informazioni su concerti e spettacoli, feed RSS e anche le previsioni del tempo;
  • un sistema semplice, flessibile e completo per aggiungere componenti personalizzati e funzioni aggiuntive al pacchetto di base: possiamo praticamente avere una nostra versione di XBMC senza nessuna fatica;
  • riproduzione di rete integrata, possiamo riprodurre i nostri video e la nostra musica da qualsiasi dispositivo connesso a Internet.

Aggiungere Video e Musica alla Libreria

Schermata di XBMC per aggiungere video e musica alla libreria

Ci sono tre cose da conoscere per poter utilizzare bene XBMC: come aggiungere contenuti multimediali alla libreria, come controllare la riproduzione e come aggiungere estensioni e personalizzazioni. Partiamo dalla prima.

Aggiungere video e canzoni alla libreria di XBMC è molto semplice, oserei dire quasi banale. Perché? Perché come molti altri strumenti del genere ha una funzione integrata che permette di scansionare il PC (o un disco fisso esterno o un disco o una rete) alla ricerca di canzoni e filmati. Possiamo personalizzare questa ricerca impostando cartelle e indirizzi da utilizzare, e decidere come indicizzare i vari elementi trovati. La prima volta, però, dovrete avere un po’ di pazienza, sopratutto se avete già una ricca collezione di contenuti multimediali. Ma più grande è la quantità di materiale che possedete più apprezzerete il lavoro fatto da XBMC.

Come riprodurre video e musica

Schermata di XBMC per la riproduzione di video e musica

L’interfaccia grafica di XBMC ricorda molto quella che tutti già conosciamo. Di per sé non è difficile capire come fare partire la riproduzione di un video (chi non conosce il tasto play?) o passare da un brano all’altro. Ma la vera potenza di questo riproduttore multimediale è la capacità di integrarsi perfettamente con la maggior parte dei telecomandi o dei controller presenti sul mercato.

Attenzione, però: con telecomando non intendo solo quello della TV ma anche alcuni gadget sviluppati per PC o mini-PC USB. Io, se posso permettermi, vi consiglierei di comprare un mini PC USB a base Linux: in rete se ne trovano di buoni a prezzi bassi, e molti integrano anche un controller di buona qualità. In alternativa vale comunque la pena spendere qualcosa per telecomando di qualità. Perché? Perché se un controller non funziona dovrete comunque cambiarlo e, detto tra noi, non c’è cosa più fastidiosa.

Oltre ai telecomandi e ai controller possiamo usare la tastiera del nostro PC. Quasi tutti i tasti hanno una funzione specifica e ci permettono di eseguire operazioni complesse molto velocemente. Ora non vi riporto tutto l’elenco, occuperebbe troppo spazio. Ma sul sito di XBMC potete facilmente trovare l’elenco completo delle scorciatoie da tastiera.

Personalizzare XBMC

Schermata per personalizzare XBMC

Infine due accenni a quello che personalmente considero il vero punto di forza di questo software: la possibilità di personalizzare l’interfaccia grafica e, ancora più importante, le funzioni presenti. Il meccanismo alla base è quello che ha fatto la fortuna di iOS e Android e che vede la sua origine in Linux: i repository, ovvero dei “magazzini” con applicazioni e add-on già pronti, basta scaricarli e installarli. Basta andare nelle impostazioni, collegarsi a Internet, e cercare quello che ci interessa. A dire il vero possiamo installare funzioni aggiuntive anche senza essere connessi, basta avere il file ZIP contenente il codice e farlo aprire da XBMC.

Come ultima cosa vi riporto un paio di “consigli per gli acquisti”. Se volete provare a costruirvi un media center tutto vostro spendendo poco vi consiglio di partire da un Raspberry Pi. Cos’è? E’ una scheda madre grande quanto una carta di credito con integrate diverse porte USB, un processore ARM e, cosa fondamentale, gode del supporto di una ricca comunità di appassionati. Se vi piace l’elettronica potete divertirvi molto con un oggettino come questo. Ma restando sul tema del nostro articolo in rete potete trovare molte guide che spiegano passo dopo passo come installare XBMC su Raspberry Pi. E tutto questo spendendo dai 25 ai 35 euro a seconda del modello che intendete comprare.

Ti potrebbe interessare

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *