Come Trasformare un PC Ubuntu in un Access Point

di samuele

Trasformare Ubuntu in un access pointQualcuno penserà di aver sbagliato sito, magari s’immaginerà di essere finito in un portale dedicato alla fantascienza. Ma giuro, mi è capitato davvero: un hotel con connessione internet (ad alta velocità) compresa nel prezzo. E non in uno di quegli alberghi extalusso che fanno tanto vip. No, in quella che si può tranquillamente definire una locanda da quattro soldi nel bel mezzo della provincia italiana. E non strabuzzate gli occhi, mi è capitato veramente. Più che altro fa tristezza pensare che in alcuni paesi questa dovrebbe essere la regola, non l’eccezione. Però non è questo quello di cui voglio parlare bensì di un problema che mi si è presentato davanti in quell’occasione, e di come sono riuscito a risolverlo: come poter navigare utilizzando un PC Ubuntu come access point. O, in altre parole, come navigare da più dispositivi utilizzando un PC Ubuntu come se fosse un router.

L’installazione

Accedere alle impostazioni di Ubuntu

Perché per questa guida utilizzo proprio Ubuntu e non, per dire, Windows? Be’, ad essere onesti è per pigrizia: so come trasformare velocemente un PC Linux in un Access Point ma non posso dire lo stesso per gli altri sistemi operativi. Ma non dubitate, appena lo scoprirò (leggete: quando ne avrò voglia) aggiungerò un pezzo a questa guida. Per il momento accontentatevi (per il sistema operativo di Microsoft per ora abbiamo scritto solo la guida su come trasformare Windows 8 in un access point).

Per prima cosa dobbiamo configurare il nostro PC: cliccate sulla rotellina in alto a destra (sì, proprio l’ingranaggio che fa finta di non essere il menù di Avvio) e selezionate System Settings.

Accesso alle impostazioni di rete di Ubuntu

Se ne abbiamo voglia possiamo seguire due diverse strade. La prima, quella più difficile, prevede la scelta di Edit Network Connection e la creazione ex novo di un hotspot wireless. La seconda strada, quella che seguiremo in questa guida, ci indica un’altra icona: Network.

Connettere il PC tramite il cavo LAN

Prima di procedere dobbiamo mettere bene in chiaro una cosa: possiamo condividere una connessione internet solamente se il PC è collegato via cavo alla rete, non se è connesso tramite il WiFi. Perché? Bé, perché sarebbe una cosa assurda il contrario, tanto per cominciare. Inoltre il modulo WiFi del PC ci servirà per la condivisione della rete verso i nostri device che altrimenti non potrebbero navigare.

Quindi disabilitiamo l’eventuale connessione WiFi e colleghiamo il PC al cavo LAN.

Schermata delle impostazioni Wireless

Dopo esserci connessi andiamo nelle impostazioni del Wireless e clicchiamo il pulsante Use as Hotspot (lo trovate in basso).

Avviso di Ubuntu per disconnettere il PC da altre connessioni Wireless

Se siamo ancora connessi a un’altra rete WiFi Ubuntu ci avviserà e ci chiederà di scollegarci per convertire il PC in un Access Point.

Schermata delle impostazioni dell'access point appena creato

Conclusa questa operazione il nostro Hotspot è adesso configurato. Il nome da utilizzare è ubuntu, la password appare come ultima voce della finestra (security key).

Cambiare il nome della rete

Un po’ bruttino come nome di rete, vero? Allora cambiamolo: cliccando su Options (Opzioni) potremo personalizzare password e nome della rete.

Cambiare la password della rete

Al momento non è possibile utilizzare una chiave di sicurezza di tipo WAP, ci dobbiamo accontentare della più debole WEP. Se avete intenzione di tenere questa connessione attiva a casa, o in ufficio, allora dovrete rassegnarvi a cambiare frequentemente password per evitare attacchi e intrusioni malevole. Ma per un paio di giorni in hotel, o come soluzione d’emergenza temporanea possiamo anche non preoccuparci.

Non ho informazioni precise al riguardo ma penso che presto questo problema verrà risolto dalla stessa Canonical (è la software house che distribuisce Ubuntu): molti si sono già lamentati e probabilmente un’aggiornamento introdurrà anche le altre chiavi di cifratura. Io, per quel che vale, sono fiducioso.

Prima di concludere l’articolo un’ultima cosa: ricordatevi di scegliere l’opzione Shared to other computers nella scheda IPv4 Setting per permettere la connessione a internet a tutti i PC che vorrete. E con questo ho veramente detto tutto.