Guida all’Installazione di Windows 8 (Release Preview)

di Massimo

Guida all'installazione di Windows 8Il rilascio ufficiale di Windows 8 si avvicina e Microsoft ha recentemente rilasciato una nuova Release Preview da poter installare e provare di persona: con questo articolo vedremo come poterla installare da zero sul proprio PC. Se non possedete ancora quest’ultima Release Preview la potete scaricare dal sito della Microsoft; al termine dell’installazione se avrete qualche problema di adattamento col nuovo sistema operativo vi possiamo consigliare questi 6 utili trucchi per Windows 8 che vi potranno essere sicuramente di aiuto. Se avete già masterizzato l’immagine disco scaricata su un DVD o avete la vostra ISO pronta per essere usata su una macchina virtuale, possiamo procedere quindi all’installazione.

Procedura di installazione

Come per tutte le versioni di Windows, dovremo caricare l’installer presente sul nostro DVD, per cui avviamo il nostro PC con il DVD già inserito e avviamolo quando ci verrà richiesto appena dopo l’accensione; se invece avete optato per provare il nuovo sistema operativo Microsoft su una macchina virtuale, ovviamente avviate la vostra ISO.

Come sempre, attendete qualche minuto in modo che il sistema possa caricare tutti i driver e l’installer in maniera corretta; terminato il caricamento ci si presentano le prime opzioni:

Una delle prime schermate dell'installazione di Windows 8

Settate le tre opzioni come meglio vi aggradano e cliccate su “Next” e infine su “Install now”. Se vi verrà chiesta una product key durante queste fasi potete utilizzare quella universale rilasciata da Microsoft: TK8TP-9JN6P-7X7WW-RFFTV-B7QPF.

A questo punto vi verrà chiesto di accettare le classiche condizioni d’uso e licenza di utilizzo, spuntiamo “I accept the license terme” e clicchiamo su “Next”; fate attenzione ora a scegliere possibilmente una installazione custom (seconda opzione):

Scelta del tipo di installazione di Windows 8

In questo modo potremo scegliere con calma quale partizione utilizzare, crearne eventualmente una o ancora formattarne una; per far questo una volta scelta la seconda opzione, nella schermata successiva in cui sono elencate le vostre partizioni scegliete l’opzione in basso sulla destra “Drive options (advanced)”:

Percorso da seguire per scegliere una partizione

Ora vedrete apparire anche i comandi per creare una nuova partizione, formattare o eliminare; fate molta attenzione a quale partizione andate a modificare per non perdere dati preziosi. In ogni caso vi consigliamo di creare una partizione dedicata di almeno 20 GB in modo da poter utilizzare Windows 8 con il minimo di spazio necessario: solo il sistema operativo occupa circa 10 GB ma con qualche applicazione e qualche giorno di uso si arriva facilmente poco sotto i 20 GB.

Selezionate quindi la partizione in cui volete installare Windows 8 e cliccate su “Next”: l’installazione effettiva finalmente sarà avviata; attendete con pazienza perché non sarà una cosa veloce, ci vorranno decine di minuti in base anche alle caratteristiche hardware del vostro PC. Una volta terminata l’installazione, che vi anticipiamo richiederà qualche riavvio, avrete la vostra copia di Windows 8 avviabile e quasi funzionante, vediamo insieme la prima configurazione guidata che ci verrà richiesta.

Prima configurazione

Diversamente da altre versioni di Windows già viste in passato, Windows 8 al primo avvio vi richiederà una configurazione del sistema un po’ più avanzata e nel dettaglio, cosa sicuramente gradita da molti. Il primo avvio del sistema richiederà qualche minuto di pazienza e verrà quindi avviata una procedura di configurazione; la prima cosa che ci verrà chiesta e già vista con Windows 7 ad esempio sarà il nome del vostro PC. Dato un nome, potremo scegliere un colore di background che sarà attivo e presente in molte schermate di Windows 8:

Scelta del colore di sfondo delle schermate di Windows 8

Scelto un colore che vi aggrada, attenzione al prossimo passo: vi verranno richieste le configurazioni e i settaggi base che intendente utilizzare. A meno che non vogliate solo provare Windows 8 in maniera molto sbrigativa, vi consigliamo di scegliere in basso sulla destra l’opzione “Customize” invece di “Use express settings”, in modo da poter settare qualche opzione in più da subito senza andarla poi a ricercare successivamente.

Schermata di settaggi di Windows 8

Se scegliete “Customize” vi verrà subito richiesto se volete attivare o meno la condivisione di file chiamata “File sharing”; successivamente in una unica schermata dovremo scegliere se attivare o meno gli aggiornamenti automatici di Windows Update e settare lo SmartScreen Filter, un filtro in sostanza che permette di evitare contenuti non sicuri con controlli su URL e applicazioni. Fatte le vostre scelte, ci verrà ancora chiesto se e come vogliamo partecipare allo sviluppo di Windows 8: potremo quindi scegliere da una schermata cosa inviare o meno alla Microsoft per aiutare lo sviluppo e le correzioni dei bug ancora presenti; ovviamente vi consigliamo di lasciare tutto settato a On per contribuire, non vi costerà nulla e potrete sicuramente dare un contributo valido anche nel vostro piccolo.

L’ultima schermata di opzioni che ci si presenta, sempre se avremo scelto in precedenza il tasto “Customize”, sarà una finestra dedicata alle opzioni per ricercare soluzioni online di fronte a problemi noti e alle opzioni per la condivisione di informazioni delle app, per utilizzare ad esempio il proprio nome e la propria località.

Ora indipendentemente dalla scelta fatta in precedenza, ci verrà chiesto di effettuare il login con il nostro account Microsoft; non è necessario, ma per una migliore e completa esperienza d’uso vi consigliamo di utilizzarne uno, si può creare gratuitamente e vi servirà anche per scaricare applicazioni dallo store Microsoft dedicato.

Nuova interfaccia e vecchio desktop

Ovviamente come la precedente build anche questa Release Preview include di default l’interfaccia Metro, già vista sicuramente tra le tante anteprime di Windows 8. Se siete in difficoltà e avete necessità del vecchio desktop potete accedervi in qualunque istante premendo tasto Win + D; nonostante questa possibilità, di default Metro è l’interfaccia base con la quale interagire con Windows 8 e molte applicazioni stanno venendo riscritte proprio per supportare questa interfaccia che diventerà probabilmente la nuova base degli attuali e futuri sistemi Windows.