2011 20/12

Cosa Fare se il tuo Computer Viene Infettato da un Virus

Vediamo quali sono i passi da compiere in caso il nostro computer viene infettato da un virusSpesso abbiamo parlato, su queste, pagine di sicurezza informatica e di protezione dei nostri computer da attacchi hacker e da contagi di virus informatici. Abbiamo visto alcuni tra i migliori antivirus in circolazione, alcuni tra i più importanti antimalware che è possibile trovare gratis in rete e, giusto per dare un quadro completo, abbiamo anche parlato di prevenzione. Ora basta dare consigli su come proteggerci dai virus: penso i passi base siano chiari a tutti, oramai. Al massimo, se vi va, fate una ricerca tra gli articoli in archivio e troverete tutte, o quasi, le informazioni necessarie. Oggi voglio vedere assieme a voi un caso particolare: cosa bisogna fare se nonostante tutte le nostre precauzioni il nostro computer viene infettato da un virus? Do seguito vedremo le mosse da fare per risolvere il problema.

Più informazioni su: , , ,

1. Usa Microsot Safety Scanner

Interfaccia grafica dell'installazione di Microsoft Safety Scanner

Forse è un po’ forzare la realtà ma la guida di oggi è dedicata in modo particolare a chi utilizza come sistema operativo Windows. E’ vero che esistono virus anche per Mac e per Linux ma sono malware ancora relativamente poco diffusi, e abbastanza specifici. In linea generale i passi da compiere sono gli stessi per ogni sistema operativo. Quello che cambia è il software da utilizzare: in un caso sarà specifico per Windows mentre negli altri casi sarà pensato per essere utilizzato con MacOs o Linux. Detto questo cominciamo con le operazioni pratiche.

Senza andare tanto distante, e senza cercare strumenti fantascientifici, possiamo sfruttare un programma realizzato da Microsoft stessa per ripulire i computer infettati da virus. Si chiama Microsoft Safety Scanner ed è un software progettato per scansionare, controllare, il nostro PC e trovare i file infettati, ripararli e ripulirli. Sì, è una specie di antivirus anche se non lo è esattamente. Non sostituisce, e non può farlo, un antivirus professionale ma riesce a risolvere molti problemi. Se il virus che ci ha contagiato è vecchio, o comunque abbastanza comune e diffuso, con molta probabilità Microsoft Safety Scanner riuscirà a scovarlo e ad eliminarlo dal nostro computer. Risolvendoci in un colpo solo il problema.

Esistono in rete dei programmi che fanno lo stesso lavoro ma spesso – purtroppo – sono dei malware travestiti. Personalmente tendo a sconsigliare l’utilizzo di programmi del genere a meno che non ne conosciamo con sicurezza la fonte. Stesso discorso, ovviamente, anche per gli altri sistemi operativi: o conoscete la ditta che mette in circolazione l’antivirus oppure lasciate stare e non installate niente. Non è paranoia, ma un semplice considerazione legata alle statistiche del web. Quali? Bé, che molte infezioni virali sono diffuse da finti antivirus.

2. Installa un antivirus

Interfaccia grafica dell'antivirus Microsoft Security Essentials

Se non funziona lo scanner della Microsoft è il momento di fare una scansione approfondita del nostro sistema utilizzando un antivirus vero e proprio. Anzi, se fossi in voi un bel controllo lo farei comunque, giusto per evitare di incappare in virus addormentati, latenti. Ce ne sono alcuni programmati per attivarsi solamente dopo qualche tempo dall’infezione. Giusto per fare più danni, e rubare più dati personali.

C’è una cosa da avere però presente. Se il nostro antivirus non ha bloccato la minaccia in tempo reale, immediatamente appena è arrivato il virus, difficilmente riuscirà a scovarla in un secondo momento. Certo, possiamo provare ad aggiornare le definizioni dei virus (ovvero aggiornare l’antivirus per riconoscere più virus) o installare un antivirus diverso. Non è detto ma può essere che così facendo si riesca a debellare la minaccia.

3. Cerca una soluzione in internet

CErcare una soluzione ai virus su Internet

Forse non è la mossa più indicata se il nostro computer è stato infettato. Sai mai che il virus si attivi e comincia a spedire i nostri dati più importanti, dati della carta di credito in primis, in giro per la rete. Ma se niente ha funzionato fino ad ora una ricerca in rete diventa importante. Magari utilizzate un altro computer, uno “pulito”, nostro o di qualche amico. Ma cosa dobbiamo cercare?

Bé, cominciamo con il nome del virus che ci ha colpito e leggiamo le informazioni che troviamo. Se abbiamo un po’ di fortuna altri internauti vittime dallo stesso problema avranno trovato una soluzione. E, com’è giusto che sia, l’avranno condivisa con il popolo della rete. Leggiamo forum, consultiamo blog, anche in inglese. Ammetto che un pizzico di buona sorte può fare la differenza, ma se conosciamo un po’ d’inglese le nostre probabilità di incappare nella pagina giusta aumenteranno. E se non conosciamo l’inglese? Bé, c’è sempre Google Translator, il traduttore online del famoso motore di ricerca.

Pagina successiva

Lascia un Commento