2011 11/01

Programma per Organizzare e Archiviare Foto Digitali sul PC

archiviare e organizzare fotoMi sono ora accorto che abbiamo spesso spiegato come giocare con immagini e fotografie. Abbiamo scoperto assieme come sia possibile trasformare un immagine in un disegno, come creare delle foto HDR gratis e addirittura le app gratis per modificare le foto con l’iPad. Ma, poi, voi non fate mai confusione con tutte queste fotografie e disegni in giro per il computer, la fotocamera e il mondo del cloud computing? Io sì: spesso non ricordo dove ho salvato una data immagine, e cose simili. Sarà che di mio sono disordinato, molto, ma mi si è riempito il cuore di felicità quando ho scoperto un programma, ovviamente gratis, per organizzare e archiviare le foto sul proprio pc.

MYPArck: come tenere ordinate le proprie fotografie

Scarica MYParck

myparck

Il trucco su cui si basa MYParck sono le informazioni EXIF contenute in ogni fotografia. Cioè? Ogni file immagine (ma anche gli mp3) salva delle informazioni assieme all’immagine stessa. Sono cose come la data in cui la foto è stata scattata, il dispositivo con cui è stata realizzata la fotografia e, in alcuni casi, anche le coordinate geografiche del luogo. L’idea non è male; MYParck accede a queste informazioni, le estrae e ci permette di modificarle direttamente. Di fatto ogni nostra foto verrà indicizzata, rendendo semplice cercare quelle che ci interessano e ordinarle in base a tutta una serie di parametri.

Ma andiamo con calma. La prima cosa che ci si aspetta è avere la possibilità di vedere le nostre fotografie: se non le visualizziamo come possiamo deciderne le caratteristiche, il nome, i commenti e quant’altro? Quindi MYPArck ha, ovviamente questa possibilità: e svolge in maniera discreta suddetta mansione. Il che significa che possiamo vedere le foto a gruppi, singolarmente, ingrandite o rimpicciolite, ruotate o con l’orientamento originale.

L’aspetto che più ci interessa è la possibilità di visualizzare le foto che ci interessano: ed ecco che ci viene in aiuto una struttura ad albero che permette di ordinare le fotografie per:

  • data
  • mese
  • giorno
  • soggetto
  • luogo
  • occasione

Una volta trovata la foto che ci interessa la possiamo anche stampare, spostare, rinominare o fare quello che più ci aggrada.

esempio archiviazione file

Lo ammetto: ho lasciato per ultima la cosa più bella e utile di questo software gratuito: la possibilità di cercare le immagini in base alla somiglianza. Cosa? Sì, avete capito bene: partendo da un’immagine base possiamo trovare tutte le immagini che le somigliano per soggetto, forma, colore, dimensione. Insomma: volete trovare tutte le foto della vostra fidanzata o del vostro gatto? Trovata una basta un click e MYPArck farà tutto da solo, mostrandovi le miniature delle immagini trovate. E, cosa ancora più interessante, funziona bene anche per le immagini del proprio computer non ancora taggate dal programma. Sicuramente per crederci bisogna provare: quindi il mio consiglio è di provarlo.

Chiudo con una piccola nota sulla sicurezza. Sicurezza intesa sia come non perdere i propri dati che nel non lasciare vedere le nostre foto a chiunque. MYPArck permette di pianificare dei backup automatici di tutto l’archivio, ovviamente programmati da noi in base alle nostre esigenze. Inoltre è possibile proteggere l’archivio tramite una password: e, per cortesia, evitate di utilizzare come parola d’ordine il vostro nome, soprannome o quello del cucciolo di casa.

Programma per Organizzare e Archiviare Foto Digitali sul PC ultima modifica: 2011-01-11T15:10:00+00:00 da samuele

3 Commenti su "Programma per Organizzare e Archiviare Foto Digitali sul PC"

  • questo soft mi sembra interessante ma ho delle necessità specifiche che vorrei sapere se soddisfa o no.
    – può catalogare solo foto o anche altre immagini?
    – oltre ai dati relativi all’immagine è possibile associare l’immagine a uno o più prodotti per la quale è stata utilizzata
    – e se si può catalogare e ricercare per ogni tipologia (di immagine e di oggetto associato?)
    grazie per la risposta
    Roberto

Lascia un commento