Filtro AntiSpam per eMule per Scaricare File Sicuri

di samuele

filtro antispam emuleNon so voi, ma a volte capirci 2 cose di informatica genera non pochi problemi. Non tanto con i PC quanto con i propri amici: non c’è n’è uno che non mi abbia mai chiamato per un consulto, per riparare una cavolata combinata da loro o per eliminare qualche virus. L’ultimo, in ordine di tempo, mi ha telefonato disperato l’altro giorno: dopo aver scaricato un video con eMule il computer non gli si accendeva più. Non ho assolutamente nessuna intenzione di spiegare come si possa risolvere questo problema. Ma so come evitarlo: stando attenti a file che scarichiamo, accertandoci che siano sicuri e non siano dei virus. Per farlo basta installare un filtro, magari dopo aver seguito i consigli per velocizzare eMule, consigli che abbiamo dato tempo fa.

I pericoli di eMule

Scarica Safe Mule

safemule, filtri per emule

Perché poi il problema principale di eMule è dato dal suo più grande punto di forza: la grande quantità di utenti, di persone come noi, che usano la rete P2P per condividere file, informazioni, giochi, musica, film e serie tv. E’ inutile negare l’importanza di una fonte di questo tipo, ricca di opportunità e di vantaggi. Ma è altrettanto inutile pensare, illudendoci, che tutto quello che transita per quelle vie sia legale o sicuro. Sulla legalità, a volte, siamo sul filo. Ma il discorso è ampio, già trattato da giuristi ed esperti di diritto: la mia personale opinione è pur sempre un’opinione e incide poco – oltre a, probabilmente, non interessare poi molto a chi legge queste mie righe.

Invece più interessante dal punto di vista pratico è la questione della sicurezza dei file che scarichiamo sul nostro computer. Sicurezza in due sensi. Innanzi tutto quando noi decidiamo di scaricare qualcosa vogliamo avere la certezza di mettere in download proprio quello che ci interessa. Non so perché, non me lo so spiegare, ma c’è più di qualche burlone che si diverte a condividere film, musica e libri con il titolo sbagliato. Un paio di volte, in realtà, i video che ho scaricato erano molto belli, anche se non erano quelli che cercavo. Ma nella maggior parte dei casi erano o a luci rosse o film in lingue per me incomprensibili.

Ma scaricare con eMule un film o un libro (o un disco) sbagliato tutto sommato è fastidioso ma non pericoloso. Pericoloso diviene il tutto quando scarichiamo, senza accorgercene, dei virus. Negarlo sarebbe da ingenui, la realtà a volte è meschina: alcuni hacker – forse sarebbe meglio definirli cracker, però – utilizzano le autostrade del P2P per infettare molti PC in breve tempo. Sul perché le ragioni possono essere molteplici, alcune anche interessanti ma non sono il tema di questo articolo.

Filtro anti-Spam per eMule

come funziona il filtro

Il tema di questo articolo è la sicurezza dei file che stiamo scaricando. Ovviamente ci serve un buon antivirus, uno tra i migliori antivirus a disposizione: questa è la condizione sine qua non. Ma oltre all’antivirus possiamo intervenire direttamente alla fonte. Possiamo bloccare, immediatamente, la maggior parte dei file sospetti prima di cominciare a scaricarli.

Il concetto è quello utilizzato nella posta elettronica: la posta proveniente da fonti non riconosciute attendibili viene considerata spam, spazzatura. E come è logico che sia la spazzatura va buttata nel cestino, e lasciata lì senza toccarla. La stessa cosa possiamo fare con Safe Mule: dopo averlo scaricato e installato, eMule otterrà una nuova funzione. Che funzione? Quando troveremo un file sospetto, perché già segnalato dagli alti utenti o perché la fonte è riconosciuta come maligna (leggi: è un file di qualcuno che continua a diffondere virus o file falsi), eMule metterà davanti al nome l’etichetta [SPAM]. E, se il concetto non fosse chiaro, il file stesso verrà barrato con una linea rossa.

Ovviamente noi possiamo sempre decidere di scaricare quel file, ma il rischio di rovinare il nostro PC o di non trovare quello che cerchiamo è veramente alto. Per questo, se lo vogliamo, possiamo anche impostare eMule per impedire la visualizzazione di quelle fonti, nascondendole come se nemmeno esistessero.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *