2011 21/02

Convertire MP3, WAV, OGG e WMA direttamente Online

Link sponsorizzati

convertitore mp3, waw, oggQualche tempo fa ho tessuto le lodi del formato Flac: se ricorderete si tratta di un formato musicale che combina un’alta qualità di riproduzione della musica con una piccola quantità di memoria occupata dal file stesso. Perché ritiro fuori questo tema? Perché, se ricordate, in quell’occasione presentati alcuni programmi per convertire file FLAC in MP3: erano tutti programmi da installare, e che sostanzialmente convertivano solo da quel formato. Oggi, invece, voglio parlarvi di un sito che permette di convertire i FLAC, ma non solo: tramite Convert Audio Online possiamo convertire anche gli MP3, i WAV, gli OGG e i WMA. Vediamo assieme come.

Più informazioni su: , , ,

Come convertire gratis MP3, WAV, OGG e WMA

Visita il sito

convert audio online

Ovviamente come in ogni ambito anche i siti che offrono applicazioni online si possono dividere per categorie. La prima divisione, quella forse più visibile a noi, riguarda il prezzo che bisogna pagare per accedere ad un determinato servizio. Abbiamo, quindi, siti che sono completamente gratuiti, altri che sono completamente a pagamento e una miriade di gradazioni tra questi due estremi. Noi, per scelta, abbiamo deciso di concentrarci sulla prima categoria, quello del software gratis. Indovinate qual’è il prezzo per poter utilizzare questo sito?

Link sponsorizzati

Ora non voglio aprire nessun genere di discussione filosofica che possa portare a definire se il detto meno spendo peggio spendo sia vero oppure no. Non penso che il tema sia di facile risoluzione, e credo che un articolo come questo possa contribuire in minima parte ad un dibattito del genere. Di certo, però, possiamo suddividere i software, e i prodotti in genere, in altri gruppi, oltre alla divisione tramite il prezzo. Possiamo così dire che un programma è utile, inutile o parzialmente utile. In base a cosa decidiamo a quale categoria appartiene un programma? In base alla sua capacità di soddisfare i nostri bisogni e le nostre aspettative. Ad esempio, il sito di cui parliamo oggi, Converter Audio Online, rientra nella categoria Parzialmente utile. Vediamo perché.

Per galanteria cominciamo con i suoi punti di forza, quelli che lo rendono in grado di soddisfare i nostri bisogni. Innanzitutto è sempre disponibile online, cosa che ci permette di utilizzarlo con qualsiasi sistema operativo; e, cosa a cui quasi nessuno pensa, con un computer di qualsiasi potenza e addirittura con uno smartphone. Il processo che ci permette di convertire un file da un formato all’altro è efficiente, veloce e preciso. Fin qui tutto positivo, no? Perché, allora, ho inserito questa applicazione nella categoria parzialmente utile? Perché ha alcune pecche che ne limitano l’utilizzo; pecche che, capiamoci, non sono pesanti ma rendono l’utilizzo di questo software utile solo per lavori amatoriali e, ammettiamolo, senza troppe pretese.

Sicuramente il problema più grosso è la limitata quantità di formati verso cui è possibile convertire. È una cosa strana, perché i file che vengono accettati in input sono molti di più. In secondo luogo la qualità di conversione è limitata: no, non nel senso che il risultato è di cattiva qualità, ma nel senso che le opzioni disponibili sono poche, e non ci permettono di ottenere particolari effetti che software simili invece danno. Infine, sarà una finezza, ma non capisco perché il file musicale ottenuto debba essere per forza compresso in un file zip, obbligandoci ad utilizzare un ulteriore programma prima di poter, finalmente, ascoltare la nostra musica.

Quindi, come dicevo poco sopra, il software è gratis e svolge bene il suo compito, nonostante alcune limitazioni da risolvere.

Informazioni autore samuele

Ciao, sono Samuele, un vagabondo analogico nel mare digitale in continua esplorazione: è meglio il reale o il virtuale? Bé, a me piacciono entrambi e quando trovo qualcosa di interessante muoio dalla voglia di dirlo a tutti, anche a costo di scrivere un articolo sugli smartphone Android o una guida sulla fotografia.

Lascia un Commento