Come Trasferire File tra Android e Mac

di samuele

Mi è capitato di scoprire, con disappunto, di non poter trasferire un file dal mio smartphone Android al Mac di un amico. Ammetto di essere rimasto sorpreso, con Windows è sufficiente collegare il telefono alla porta USB del PC per accedere a tutti i file.

Di fatto Windows legge la memoria di uno smartphone Android come fosse un disco esterno: questo semplifica molto lo spostamento dei file da Android a PC, e viceversa. Con Mac, invece, è necessario ricorrere a qualche trucco, e a installare per lo meno un’applicazione. Dopo aver imparato non è difficile trasferire file tra Android e Mac, è vero. Però prima bisogna capire come fare, ed è per questo che ho deciso di scrivere questa guida veloce su come spostare file e foto da Android e Mac, e viceversa.

Il modo più facile per trasferire file tra Android e Mac: Android File Transfer

trasferire file tra android e mac

Il modo pi semplice per trasferire file da Android a Mac, e viceversa, è utilizzare un’applicazione – gratis – messa a disposizione dagli sviluppatori di Android stessi. Dopo aver installato Android File Transfer è possibile accedere al file system di uno smartphone Android in maniera semplice e immediata, quasi come se si stesse utilizzando Finder.

Quasi, perché le funzioni disponibili sono comunque molto poche. Non è possibile utilizzare il comando copia e incolla, però si possono spostare file, eliminare cartelle e documenti, e anche creare delle nuove cartelle. Però per avere un controllo maggiore sul proprio dispositivo è necessario usare un metodo più complicato.

La strada più lunga: DroidNAS

programma per trasferire file da android a mac

Più complicato perché non utilizza la porta USB per mettere in comunicazione il telefono con il Mac bensì la rete WiFi. Il concetto alla base è considerare una o più cartelle del telefono android come se fossero cartelle condivise in rete. E, quindi, accedere allo smartphone Android come se si accedesse a una qualsiasi periferica connessa in rete.

trasferire file tramite il wifi

Utilizzando un’applicazione come DroidNAS è possibile impostare una condivisione di rete per la scheda SD del telefono, e accedere alla scheda stessa tramite il Finder di Mac OS X. L’unico requisito indispensabile è che telefono e Mac siano connessi alla stessa rete.

La cosa bella di questo metodo è che nella maggior parte dei casi non ci sono contrattempi: appena arriviamo a casa e ci colleghiamo alla nostra rete WiFi anche il Mac riconosce il nostro telefono e ci permette di accedere immediatamente ai nostri file.

La cosa meno bella è che, spesso, la velocità di trasferimento tramite rete wireless è minore rispetto a quella tramite porta USB. Quindi se si vuole copiare un film intero, o qualcosa di molto grande, si corre il rischio di dover aspettare anche un quarto d’ora prima prima che lo spostamento sia stato completato.

connessione alla rete wifi

C’è anche un secondo problema, a volte: non ci si riesce a connettere tramite WiFi. Per risolvere la cosa è sufficiente aprire il Finder e usare la combinazione di tasti Cmd+K. Poi va inserito l’indirizzo IP del telefono e il nome della cartella condivisa tramite DroidNAS nella forma

smb://IP_ADDRESS:Port/Share

E poi cliccare su “connetti”. In genere basta farlo una volta sola, poi il Mac memorizza la cartella condivisa e ci permette di trasferire file tra Android e Mac senza dover configurare ancora altri parametri.

In alternativa a DroidNAS è possibile utilizzare anche altre applicazioni simili come Dukto, ES Gestore File e AirDroid: funzionano tutti in maniera abbastanza simile e sono abbastanza affidabili.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *