2016 18/08

L’iPhone o l’iPad si Surriscalda? Ecco Perchè e Come Risolvere

  • Scritto da Gabriele Li Mandri
  • 0 com
  • Categoria: iPad, iPhone

L’iPhone e l’iPad sono come dei piccoli computer: utilizzandoli, la CPU si sovraccarica ed il dispositivo, di conseguenza, si surriscalda. Generalmente si tratta di una cosa del tutto normale: pur essendo impossibile avere un device freddo come il ghiaccio, è comunque il caso di prestare attenzione se l’iPhone o l’iPad si surriscaldano troppo velocemente o troppo spesso.

In alcuni circostanze, infatti, l’eccessivo calore può significare un problema a livello di app e processi in background, e può anche danneggiare a lungo andare le componenti del dispositivo. Vediamo insieme perché questi device si surriscaldano e come risolvere.

Perché il vostro iPhone o iPad si surriscalda?

Come già anticipato, il fatto che il dispositivo si surriscaldi è del tutto normale, soprattutto se utilizzate spesso l’iPad o l’iPhone, e se utilizzate alcune app particolarmente stressanti per la CPU. Ad esempio, se utilizzate giochi con la realtà aumentata o comunque videogame in 3D molto impegnativi, il processore tende a sovraccaricarsi. Lo stesso si può dire dei software di fotoritocco e di videomontaggio, ed anche l’utilizzo di opzioni quali ad esempio il GPS. Infine, se vi azzarderete ad utilizzare il vostro device durante la carica, vi accorgerete che diventerà velocemente rovente.

C’è anche da aggiungere che le stesse componenti dello smartphone e dell’iPad rendono questi due dispositivi due forni in miniatura: al contrario dei pc non esiste alcuna ventola per dissipare il calore, e l’alloggiamento metallico interno ha proprio lo scopo di far scappare via il calore, che vi ritroverete presto fra le mani. Dunque è assolutamente normale il surriscaldamento di questi dispositivi

Cosa fare quando l’iPhone e l’iPad diventano troppo caldi?

Se questi due device si surriscaldano al di sopra della norma, vedrete presto sbucare un messaggio di avvertimento sullo schermo del vostro iPad o iPhone: se siete curiosi, provate a mettere il device sotto il sole cocente, e vedrete! Per questo motivo, il primo consiglio è di conservare il device all’ombra o comunque protetto dalle alte temperature: nel caso doveste dimenticarvelo al sole, o in automobile d’estate, basterà mantenerlo al fresco per una ventina di minuti, per riportare la temperatura alla normalità e scongiurare danni.

L'iPhone o l'iPad si Surriscalda?

Inoltre, noi consigliamo in caso di eccessivo surriscaldamento di rimuovere la scocca in plastica, così da far arieggiare l’alloggiamento metallico, consentendogli di dissipare il calore più velocemente. Non azzardatevi mai a metterlo in frigorifero, perché lo sbalzo di temperatura lo distruggerebbe: quello che invece potreste fare, è piazzarlo di fronte ad un ventilatore.

Ma la vera causa del surriscaldamento di un iPhone o iPad, spesso, è rappresentata dalla quantità abnorme di app e processi che vengono utilizzati dalla CPU in background, e che consumano una marea di risorse, generando dunque più calore del normale. In questo caso, il consiglio è di eliminare tutte le app superflue, e di killare i processi in background utilizzando una apposita app. Infine, se avete un cellulare con un certo quantitativo di RAM, evitate di utilizzarlo installando app assurde, come ad esempio quelle di videomaking: il vostro iPhone non riuscirà a tollerarle, comunicandovelo con un surriscaldamento immediato.

Mandare in assistenza il device?

Se i problemi di surriscaldamento persistono, ciò potrebbe dipendere da un effettivo guasto dell’hardware, dunque mandare in assistenza l’iPhone o l’iPad potrebbe essere una soluzione più che ottimale, soprattutto se ancora in garanzia. Chiudiamo con un ulteriore consiglio: non utilizzate mai carica-batterie prodotti da terze parti, in quanto il voltaggio potrebbe variare danneggiando seriamente il vostro dispositivo, cuocendolo letteralmente.

L’iPhone o l’iPad si Surriscalda? Ecco Perchè e Come Risolvere ultima modifica: 2016-08-18T10:26:37+00:00 da Gabriele Li Mandri

Lascia un commento