I Migliori 10 Giochi per PC Disponibili Anche per iPad (1/2)

di samuele

Certo che sviluppare videogiochi oggi non dev’essere semplice. Da un lato i titoli AAA, quelli prodotti e distribuiti dalle grandi compagnie, richiedono investimenti superiori ai kolossal cinematografici, sull’ordine dei centinaia di milioni di dollari. Dall’altro un piccolo studio di sviluppatori deve poter sviluppare per molte, troppe, piattaforme diverse: PC, console varie, Mac, Android, iPad e persino Linux. No, non è facile. Però chi resta al passo riesce a catturare l’attenzione dei giocatori. E a creare sinergie accattivanti, bei giochi per PC e per iPad e Android. In questo articolo vedremo gli esempi più riusciti, i migliori giochi multipiattaforma, disponibili sia su PC che su iPad e non solo quelli di strategia per iPad.

1. Hearthstone: Heroes Of Warcraft

Primo della serie, e anche il più recente di questa lista, Hearthstone, sviluppato dalla Blizzard, si adatta alla perfezione al touchscreen e al display Retina. Il gioco, concettualmente, è famoso: è un gioco di carte collezionabili, si crea il proprio mazzo e ci si sfida online con amici e sconosciuti. L’ambientazione del tavolo di gioco è successiva: una taverna in cui avventurieri di World of Warcraft si sfidando a carte.

Il gioco è gratuito ma sono presenti acquisti in-app. Però non sono indispensabili, servono solo a comprare pacchetti di carte da aggiungere al proprio mazzo. Ma sono tutte carte che è possibile vincere e procurarsi anche solo giocando, senza spendere una lira. E, di fatto, il vantaggio di chi spende soldi veri nel gioco è nullo rispetto a chi non mette mano al portafogli.

2. FTL

FTL, ovvero Faster Than Light, è uno dei giochi più concettualmente affascinanti, più semplici da giocare e più difficile da vincere. Ammesso che si possa vincere una partita perché, onestamente, non ci sono ancora riuscito né su PC né su iPad. La trama è tutto sommato semplice, si guida un’astronave in fuga attraverso la galassia. Lungo il viaggio la si deve migliorare, potenziandola e addestrando la truppa. Il problema, e il fascino, sta tutto nell’universo del gioco: viene generato casualmente, con nemici e ostacoli assolutamente imprevedibili. E per quanto uno possa pianificare attentamente ogni cosa il rischio di perdere perché si finiscono le provviste e non si trova un pianeta adatto, è comune. Come buchi neri, attacchi pirati e tutta un’altra serie di sventure. Che poi, lo ammetto, la rappresentazione dei viaggi spaziali dati da questo gioco è molto realistica, per quanto possa esserlo.

Una cosa che mi ha piacevolmente colpito della versione per iPad è la gestione dell’astronave: nonostante lo schermo dell’iPad sia piccolo rispetto a quello di un PC l’interfaccia di gioco è efficace. E, importante, la gestione degli zoom sui vari settori della navicella è molto precisa e permette di arrivare fino all’ultima stiva. In questo modo si può tenere tutto sotto controllo. O almeno illudersi di poterlo fare.

Il prezzo è sopra la media, 10 euro, ma sono soldi davvero ben spesi, se si ama questo genere di giochi.

3. Frozen Synapse

Costa meno, circa un euro, la versione per iPad di Frozen Synapse. La grafica minimalista e i pochi comandi disponibili su PC si sposano bene con lo schermo touchscreen dell’iPad e non sono necessari particolari cambiamenti al gioco per divertirsi su entrambe le piattaforme.

Il gioco è uno strategico a turni simultanei. In pratica ogni giocatore decide le proprie mosse ma queste verranno eseguite in contemporanea con quelle degli altri. Rispetto agli strategici a turni classici si guadagna in imprevedibilità e in complessità. Rispetto agli strategici in tempo reale si può avere una pianificazione tattica migliore e provare a prevedere con più accuratezza il comportamento dell’avversario. Ma non è semplice, non lo è per niente.

Ci sono poche unità disponibili, la propria squadra d’assalto conta pochi membri. Da un lato questo limita le potenzialità del gioco ma, onestamente, gestire più soldati diventerebbe quasi impossibile in breve tempo. O renderebbe il gioco più prevedibile se sviluppato male. Quindi penso che così com’è vada bene.

4. realMyst / Riven

Myst è stata una pietra miliare, negli anni ’90. I paesaggi meravigliosi, una storia accattivante e una modalità di gioco abbastanza rilassante l’hanno trasformato in un dei migliori giochi della storia. Non sorprende, quindi, trovare lo stesso gioco su iPad dopo quasi 25 anni. Perché il gioco è esattamente lo stesso, con le stesse immagini, cambia solo l’utilizzo del dito rispetto al mouse. E personalmente penso sia meglio così:le avventure di questo genere, i giochi di questo genere, sono praticamente perfetti per i dispositivi touch screen. E non è un caso che altre avventure grafiche stiano ritagliandosi un loro spazio all’interno del panorama videoludico.

5. The Walking Dead: The Game

E a proposito di avventure grafiche uno dei più bei giochi degli ultimi anni appartiene proprio a questa categoria. The Walking Dead rappresenta un bell’esempio di fumetto interattivo in cui la trama è scritta, il finale di ogni episodio unico ma, e questo è fenomenale, ogni scelta del giocatore influenza profondamente i personaggi. E’ difficile da spiegare a parole, vale la pena giocare al primo episodio, che tanto è gratis, per capire meglio quello che intendo. Tenendo però a mente una cosa: le scelte fatte in ogni singolo capitolo del gioco si ripercuotono anche nei successivi episodi, venduti a 5 euro l’uno. Così con il procedere della storia ognuno avrà un suo racconto diverso nei particolari ma con una trama coinvolgente.

Dal punto di vista grafico non è un gioco curatissimo. O, meglio, diciamo che il basso budget a disposizione degli sviluppatori li ha costretti a uno stile molto particolare. Nel contempo è efficace e tutto si regge sulla trama. Vale la pena notare che nasce tutto da un fumetto, e personalmente trovo molto più azzeccato e riuscito il gioco in versione iPad piuttosto di quello per PC, non fosse altro per l’affinità tra le dimensioni del display di un tablet e quello di un fumetto. Fumetto che, per inciso, è anche disponibile in versione digitale: giusto per chi volesse chiudere il cerchio fumetto, serie tv, gioco.

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *