Spegnimento e accensione automatica per pc e mac

di Danilo


spegnipc
Programmare lo spegnimento o l’accensione del PC o del Mac? Continua a leggere per scoprire come è semplice e veloce farlo sia su Windows che sui sistemi operativi Apple.

In Windows, la soluzione consiste in un programmino gratuito e leggero che si chiama Shutter, (dall’Inglese “chiuditore”) un programma molto utile per effettuare alcune azioni sul pc, come spegnimento, riavvio, allarme automatico, tutte prefissate ad un’ora stabilita attraverso un sistema di conto alla rovescia che si può scegliere tra le varie impostazioni, inoltre se il nostro pc è collegato ad internet, tutto questo possiamo farlo anche da remoto.

Questo programma è disponibile solo in lingua inglese, ma vi assicuro che l’installazione è facile, veloce e soprattutto gratuita. E poi è praticissimo, perché penso che a tutti sia capitato, almeno una volta, di avere un’operazione sul computer, che però impiega molto più tempo di quanto ci aspettavamo, e di non poterne proprio aspettare la terminazione per spegnere il pc, in questo caso basta solo chiedere a Shutter di farlo al posto nostro. Queste funzioni possono inoltre essere attivate in diversi modi, ad es. con un conto alla rovescia, con la chiusura di un processo o di una finestra, quando lasciamo il computer abbandonato da troppo tempo, quando la batteria del pc si sta esaurendo o c’è uno scarso utilizzo della CPU, e tanti altri ancora.

Programmare lo spegnimento e l’accensione automatica

Scarica Shutter

Ora che abbiamo visto il funzionamento di Shutter, vi illustro un semplice modo per compiere quasi tutte le operazioni che questo programma consente di svolgere, su Mac, senza installare nulla. Il procedimento è estremamente semplice, basta aprire le preferenze di sistema e cliccare sul pulsante in basso a destra “Programma”, si aprirà poi una finestra da dove sarà possibile personalizzare l’avvio, lo stop (standby), il riavvio dallo stato di stop, o lo spegnimento, impostando anche l’ora e il giorno dell’azione da compiere. Ecco un brevissimo video che è certamente più esplicativo di quando ho scritto sopra.

Ti potrebbe interessare

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *